Home / sport strill it archivio / Viola pallacanestro / Liomatic Viola sconfitta in casa dalla capolista Massafra (60-66)

Liomatic Viola sconfitta in casa dalla capolista Massafra (60-66)

violamassafra

di Gianni Tripodi – La Viola esce sconfitta dalla sfida contro la capolista Massafra e vede allontanarsi il terzo posto.  Dopo tre quarti di gioco giocati con grande intensità e grande agonismo i padroni di casa come spesso è accaduto in questa Regular Season non sono

stati in grado di rimanere concentrati per tutti i 40’ e negli ultimi minuti dell’ultimo quarto sono crollati sotto i colpi di Di Viccaro e compagni. I reggini non hanno di certo sfigurato con una compagine che è imbattuta dall’inizio del girone di ritorno, è una buona prova quella offerta quest’oggi dal team di coach Bianchi; resta solo il rammarico di non aver tenuto duro per tutta la partita, una vittoria contro i pugliesi non sarebbe stata certamente demeritata.

 

CRONACA DELLA GARA

 

PRIMO QUARTO: La difesa pugliese è la migliore del campionato e i reggini se ne accorgono sin da subito, aggressiva e fisica. I neroarancio sbattono spesso sui raddoppi chiesti da coach Ciani. Il primo canestro arriva  con la tripla di Birindelli che apre i giochi. I neroarancio sembrano un po’ in difficoltà, Dip da sotto sbaglia un facile appoggio e commette fallo in attacco. Dopo 3 minuti di astinenza è Max Di Lembo a trovare finalmente il canestro, blocco di Dip e il piccolo play con la tripla impatta subito sul 3 pari. Grasso entra al posto di  Dalla Vecchia, il suo ingresso si rileverà fondamentale nel corso della partita.  Subito in entrata  a canestro segna subendo il fallo, +3 . La Viola è in un buon momento, merito anche di una buona difesa a zona chiesta da coach Bianchi.  Negri va a segno con un bel jumper, ed è ancora lo stesso Negri che serve un buon assist per il canestro di Manzotti, +5 in pochi secondi. Marcelo Dip è costretto a commettere il secondo fallo e rientra sul parquet Dalla Vecchia. Ancora problemi di falli, terzo per Manzotti entra D’Iapico. Seby Grasso si rende ancora protagonista con la tripla del +8, con Massafra in netta difficoltà, è Chiarastella che ridà ossigeno alla capolista. I pugliesi arrivano al -6 e coach Bianchi non felice di questo accenno di rimonta ospite ferma la partita chiamando timeout. Max Di Lembo ruba palla e prova l’immediata tripla, fallo subito e giro dalla lunetta per i liberi. Un superlativo Grasso allo scadere va ad appoggiare alla tabella il +9. 21-12. SECONDO QUARTO: Massafra tenta la reazione, palla rubata e canestro da parte di Gottini, la difesa reggina continua a reggere bene e i pugliesi sono costretti a tirare dalla lunga distanza con esito negativo. Dalla Vecchia a segno per il +11, Grasso rincara la dose da sotto, +13. Buon momento per i padroni di casa, su ennesimo errore al tiro per gli ospiti, Dalla Vecchia cattura il rimbalzo e con un passaggio a una mano baseball trova D’Iapico nella metà-campo avversaria che vede in corsa Grasso, serve il compagno che appoggia a canestro, +15 (max vantaggio) è immediato il timeout di coach Ciani. Una buona Viola su entrambi i lati del campo mette alle corde la squadra pugliese. Al rientro dal timeout, Massafra prova a reagire, prima Capitanelli da sotto e poi Gottini provano a riacciuffare la partita.  Qualche distrazione di troppo per i reggini, errori banali in fase offensiva e così  la squadra ospite ne approfitta  creando un parziale di 6-0. Qualche errore di troppo anche da parte degli arbitri fa si che la gara si innervosisca un po’. Nel finale di primo periodo Roselli in entrata e D’Iapico sfruttando un blocco di Dalla Vecchia  incrementano il vantaggio. Allo scadere il migliore in campo per Massafra, Chiarastella porta i suoi al -9.

TERZO QUARTO: Ad inizio secondo periodo la Viola cerca di mantenere una difesa alta, due palle rubate con Dip e Manzotti fanno ben sperare. Massafra sembra non sentire la pressione reggina e comincia a inserire la quarta, Padova e Paparella creano un parziale di 8-0, il vantaggio accumulato sino a quel momento dalla Viola viene recuperato in pochi minuti da Massafra e si arriva al 35-34, solo un punto divide le due squadre. Coach Bianchi è furioso e chiama timeout. Bel gioco a due tra Di Lembo e Dip, con l’argentino che va all’appoggio facile. Ancora problemi di falli, arriva il quarto di Negri che è costretto ad uscire. Gli ospiti prima  riescono ad impattare sul 39 pari con il libero di Paparella e poi a passare in vantaggio grazie alla schiacciata del solito Chiarastella. Coach Bianchi è di nuovo costretto a fermare il cronometro, vede che i suoi stanno perdendo la concentrazione. Massafra continua a martellare il canestro e con la tripla di Padova e un’altra schiacciata di Chiarastella guida il match, +7. Coach Ciani chiede un pressing più aggressivo, ma la Viola ne viene via bene con la tripla di un ispirato Max Di Lembo, il PalaCalafiore si esalta e ricomincia a sostenere i propri beniamini. Dalla Vecchia è un leone in difesa e recupera palla. I pugliesi cercano di sporcare le linee di passaggio, ma Roselli riesce allo scadere ad andare a segno, -1. ULTIMO QUARTO: I neroarancio cercano di restare attaccati a una partita dominata sin dall’inizio che rischiano di lasciarsi sfuggire. Marcelo Dip in tap-in a correggere l’errore al tiro di Dalla vecchia, Viola avanti di una sola lunghezza. La capolista guidata da Di Viccaro comincia il quarto mettendo a segno due triple fondamentali e così Massafra conduce di 3 punti. Una difesa reggina più soft permette a Paparella di creare l’ulteriore allungo, +6. Pronta risposta di Di Lembo che con una tripla riaccende le speranze del pubblico reggino, D’Iapico appena rientrato sul parquet va a canestro alzando la parabola, Viola al -1, la sua grinta permette alla Viola di rimanere in partita.  Negri conclude la sua gara, quinto fallo commesso. Difese protagoniste nel finale, Roselli finta il tiro, si libera del marcatore e segna un importante canestro che vale il +1. A 4’20’’ dal termine la tensione comincia ad aleggiare sul parquet, Dalla Vecchia taglia fuori Chiarastella a rimbalzo e tutta la difesa reggina fa gli straordinari per tenere duro. L’entrata di un mai domo Peppe D’Iapico permette l’allungo del +3. Brutto fallo antisportivo di Chiarastella sul solito D’Iapico che però realizza solo un libero, il Palazzetto diventa una bolgia, la partita entra nel vivo. I neroarancio hanno un crollo psicologico e si fanno recuperare dagli ospiti. Sul +4 a 3 minuti dal termine, pressing a tuttocampo dei pugliesi, difesa molto fisica e con le mani addosso sul portatore di palla. D’Iapico croce e delizia neroarancio, perde palla e Gottini in contropiede firma  il -2. Momento difficile per la Viola che perde ancora palla e Di Viccaro ne approfiitta immediatamente infilando la tripla dall’angolo che porta avanti Massafra, +1. A un minuto dal termine è ancora Di Viccaro a punire la difesa reggina con l’ennesima tripla. La Viola va in tilt, timeout Viola. Di Lembo prova con la tripla della speranza, ma il tiro finisce sul ferro e svaniscono anche le speranze reggine di conquistare una vittoria di prestigio con la prima della classe. Finisce 60-66. Domenica prossima si attende l’immediato riscatto a Bisceglie in un altro scontro al vertice della classifica.

 

LIOMATIC VIOLA RC – CISA MASSAFRA 60-66

 

PARZIALI

1° quarto: 21-12

2° quarto: 35-26

3° quarto: 45-46

4° quarto: 60-66

RIMBALZI: 27-24

Percentuale Tiro: 43%-49%

 

 

LIOMATIC VIOLA RC

Di Lembo 13, Grasso 12, D’Iapico 11, Dip 8, Roselli 6, Dalla Vecchia e Negri 4, Manzotti 2

 

CISA MASSAFRA

Chiarastella e Di Viccaro 12, Gottini 11, Paparella 10, Padova 7, Cappanni e Birindelli 5, Capitanelli 4