Home / sport strill it archivio / Viola pallacanestro / Basket, B dilettanti: la Liomatic Viola crolla in casa contro Catania (71-93)

Basket, B dilettanti: la Liomatic Viola crolla in casa contro Catania (71-93)

da www.reggioacanestro.it – La Viola piu’ brutta della stagione cede di schianto alla Virauto Catania al termine di una partita giocata in maniera pessima dagli uomini di coach Bianchi. E’ mancato tutto: intensità, concentrazione, rabbia agonistica. Una Liomatic molle, che solo negli ultimi cinque minuti

del secondo quarto ha avuto un sussulto di orgoglio con un break di 18-4 che ha riportato il match in equilibrio. Purtroppo a quei cinque minuti giocati bene, sono seguiti altri 20 minuti, nel terzo e nell’ultimo quarto, da festival degli orrori, con errori banali al tiro, anche da sottocanestro e totale assenza di intensità in difesa. La Virauto, dal canto suo, ha giocato un’ottima partita, tirando anche con percentuali altissime (da sottolineare un fantastico 50% da tre punti con Confente mvp ed autore di un 7/12 dai 6.25) ed ha meritato ampiamente la vittoria, che le mancava da piu’ di un mese e mezzo.
Una partita iniziata male per la Viola che perde subito per infortunio (distorsione alla caviglia) Claudio Negri, assenza che però non giustificherà quanto visto durante il resto del match. Dall’altra parte, invece, la Virauto, dopo cinque sconfitte consecutive, ritrova Sandro Trevisan (recuperato da un infortunio muscolare) che si presenta subito con diciotto punti nel solo primo tempo. La Viola parte malissimo, come detto, con poca intensità, forzature offensive e pochi movimenti d’attacco che generano numerosi contropiedi rapidi sfruttati al meglio dalla Virauto. All’8′ il tabellone recita un eloquente 4-18. Il 3° fallo di un nervoso Niccolai, aggiunto all’assenza di Negri infortunato, causa ulteriori problemi a coach Bianchi che vede le rotazioni ridotte al minimo. Il primo quarto della Liomatic è caratterizzato da un 2/11 da due punti ed uno 0/5 da tre che la dicono lunga sull’andamento del match. La prima frazione termina, dunque, con Catania sopra di 13 (9-22).
Nel secondo quarto la Virauto tenta l’allungo definitivo arrivando anche a più 18 (18-36 al 15′), trascinata da Confente e Trevisan. Negli ultimi minuti del secondo quarto arriva, però, finalmente, la riscossa della Liomatic. Dip e Di Lembo aprono un break importante per i neroarancio che si riportano sotto e chiudono il primo tempo sul 36-43.
Al rientro dagli spogliatoi tutti attendono il definitivo recupero della Liomatic ma, complice anche un pessimo arbitraggio, i neroarancio non riescono a completare appieno la rimonta che si ferma sul -3 (46-49 al 23′). Da lì in poi c’è solo la Virauto sul parquet; i neroarancio crollano sotto i colpi di Confente, Reale e Di Masi e subiscono un contro-break di 4-16 in cinque minuti (50-65 al 28′). Il terzo quarto si chiude, poi, sul 54-70.
Nell’ultima frazione Catania spegne subito qualsiasi tentativo di rimonta degli uomini di casa e con uno straordinario Confente, autore di quattro triple consecutive, porta a casa i due punti.
Una bruttissima sconfitta, dunque, per la Liomatic, che dovrà ora affrontare due insidiosissime trasferte consecutive, prima a Bari e poi a Potenza. Bisognerà ritrovare la consapevolezza nei propri mezzi e tanta umiltà, come sottolineato da coach Bianchi ieri in sala stampa al termine del match.

Nino Romeo per Reggioacanestro.it

Foto di Fortunato Serranò