Home / sport strill it archivio / Viola pallacanestro / Viola-Gioiese anticipata alle 16.30

Viola-Gioiese anticipata alle 16.30

La partita amichevole tra la Team Basket Viola e la Cestistica Gioiese, in programma prima del “Trofeo Iliano e Mario Sant’Ambrogio” è stata anticipata, per motivi logistico-organizzativi alle ore 16 e 30 sempre tra le mura del PalaCalafiore.

I nero-arancio di coach Massimo Bianchi avranno così l’occasione di testare giochi ed impatto alla gara sul parquet che, domenica prossima vedrà esordire Michelon e soci a cospetto della Granoro di Corato.

Per il team di Valerio Napoli, invece, formazione super candidata per il titolo di C( che quest’anno significa promozione diretta) si tratterà di un buon test per arrivare pronti alla prima trasferta dell’anno, in scena domenica prossima contro la neo-promossa Logos Comiso.

Nel frattempo, la Prativerdi Siracusa ha rinunciato alla Coppa Italia di categoria ed al conseguente concentramento di Bisceglie.Riportiamo il comunicato della formazione bianco-verde:”La Prativerdi Basket Siracusa passa il turno di Coppa Italia ma rinuncia e oggi non parteciperà al quadrangolare previsto a Risceglie fino a domani.
La società ha provveduto ad avvisare la Lega che a sua volta girerà la comunicazione al settore agonistico della Federazione. I ragazzi di Marletta si erano qualificati a causa del mancato arrivo a destinazione, per motivi di disagio stradale, del Patti, squadra in pole position per la prima posizione in quanto aveva superato anche il Catania nel triangolare di Coppa Italia. Ma la partita in calendario non ha avuto luogo e la vittoria è stata infine assegnata a tavolino, per 20 a zero, alla Prativerdi con decisione Fip ratificata il giorno dopo. Il sodalizio siracusano si è trovato inaspettatamente alle prese con una costosa e impegnativa trasferta, da organizzare nello spazio di poche ore e ha trovato il sostegno della Lega che ha prospettato un rimborso spese a tutte le squadre impegnate nei concentramenti di Coppa Italia svantaggiate geograficamente. ‘Non siamo – afferma il general manager Trigilio – logisticamente riusciti ad organizzare una trasferta per quindici persone per centinaia di chilometri, nello spazio di così poco tempo e siamo stati costretti a rinunciare’. Intanto, fervono i preparativi in attesa del ‘derbyssimo’ Siracusa-Catania che coincide anche con l’apertura del campionato domenica 27 settembre alle 18 al Palalobello. Dopo la Coppa Italia a porte chiuse, il Comune, ente proprietario e gestore del Palazzetto, ha comunicato che lunedì inizierà i lavori necessari a garantire l’accesso del pubblico. L’auspicio è che si faccia in tempo per assicurare il regolare svolgimento dell’importante competizione, che segna il ritorno sul parquet siracusano di un campionato nazionale di serie B e quando, tra abbonati, pubblico pagante e tifoseria catanese, si prevede un afflusso record. Dal sodalizio siracusano mostrano un cauto ottimismo per la vicenda Palalobello, ma esprimono anche molti timori per il ritardo con cui l’amministrazione sta provvedendo all’assegnazione degli spazi negli impianti comunali da dedicare al settore giovanile per l’organizzazione dei campionati under obbligatori, pena l’esclusione dal prestigioso campionato. ‘Ci auguriamo di potere aprire la stagione senza ulteriori problemi, godendoci una bella giornata di sport – afferma la presidente Graziella Ambrogio – un rinvio della partita, o un’altra competizione a porte chiuse, significherebbe un grosso danno per la società di cui qualcuno dovrebbe rispondere. Restiamo in una situazione di grande incertezza anche per quanto riguarda il settore giovanile che ancora non siamo riusciti a fare partire, dove registriamo più richieste di quanto non saremo in grado di soddisfare, in quanto la società è tuttora sprovvista di impianti dove fare allenare i giovani del vivaio, nonostante rappresenti la maggiore espressione del basket siracusano’.

(da www.reggioacanestro.it)