Home / sport strill it archivio / Serie B sport / La Reggina punta su Atzori

La Reggina punta su Atzori

di Pasquale De Marte – Gianluca Atzori, trentanove anni da Collepardo, potrebbe essere il successore di Roberto Breda sulla panchina della Reggina. L’ex tecnico del Catania è la prima scelta di Foti, che sta però sondando altre piste come quella che porta a Roberto Cevoli, trainer del Monza (Prima Divisione) ed ex calciatore della società amaranto o a Franco Lerda, sul quale però ci sono diversi club della massima serie e sopratuttto il “suo” Torino.

Anche Atzori conosce bene l’area dello Stretto, visto che anche lui ha indossato la maglia della Reggina. Era la stagione 1996-97, quella dell’esplosione di un giovane Davide Dionigi.

La sua esperienza da allenatore è circoscritta ad una buona stagione in C1 con il Ravenna con il quale centrò l’obiettivo playoff suscitando l’interesse del Catania, dove era già stato vice di Zenga, che lo mise sotto contratto per poi esonerarlo dopo quindici partite di serie A, in cui gli etnei hanno racimolato la miseria di nove punti.

Un risultato disastroso se guardato superficialmente, ma la sua squadra giocava bene, raccoglieva meno di quanto non meritasse e soprattutto, rispetto a quella di Mihajlovic, aveva un Maxi Lopez in meno.

La cosa non è sfuggita a molte società che negli ultimi giorni si sono fatte avanti per affidargli la panchina ed è proprio la Calabria la zona in cui gode dei maggiori estimatori.

Il primo a farsi avanti è il Cosenza che ha un programma ambizioso e vuol tornare in B prima possibile, ma il richiamo delle categorie superiori pare aver indotto il tecnico laziale a rifiutare la proposta dei silani.

Adesso è il tempo di Reggina e Crotone che se lo contendono, ma ad onor del vero in un’eventuale corsa a due gli amaranto, se veramente intenzionati ad ingaggiare Atzori, avrebbero la meglio.

Atzori ha “le physique du role” per intrpretare il ruolo che la società dello Stretto  richiede al nuovo allenatore che dovrà essere giovane,  in grado di lavorare bene con una squadra destinata a partire a fari spenti e pronta a stupire, una prerogativa dei grandi successi amaranto.

Chi  potrebbe avere un maggiore appeal rispetto alla società dello Stretto potrebbe essere il Cesena, che sta cercando un tecnico che, in massima serie, sia in grado di assumere l’onere di raccogliere la pesantissima eredità di Bisoli, protagonista di due promozioni in altrettante stagioni e dormai destinato al Cagliari.

Intanto i sardi, stando a indiscrezioni provenienti dall’isola, sarebbero interessati a Carlos Carmona, ma il cileno sarà ceduto solo dopo il mondiale e alle condizioni che la Reggina detterà.