Home / sport strill it archivio / Serie B sport / Calcio: il Crotone stende il Torino (1-0)

Calcio: il Crotone stende il Torino (1-0)

CROTONE – TORINO 1-0

Marcatori: pt 2′ Gabionetta

CROTONE (4-2-3-1): Concetti; Grillo, Legati, Abruzzese, Morleo; Beati, Galardo; Cutolo (pt 6′ Russotto), Mazzarani (st 20′ Mendicini), Gabionetta (st 36′ Perpetuini); Ginestra. A disp.: Farelli, Digao, De Martino, Zito. Allenatore: Lerda

TORINO (4-4-2): Sereni; D’Ambrosio, Zoboli, Ogbonna, Rubin; Léon, Génévier, Pestrin (st 36′ Belingheri), Scaglia (st 16′ Salgado); Gasbarroni, Arma A disp.: Morello, D’Aiello, Benedetti, Coppola, Statella, Salgado. Allenatore: Colantuono.

Arbitro: sig. Baracani di Firenze (assistenti: Musolino – Bernardoni; IV ufficiale: Baratta)

Ammonizioni: pt 2′ Gabionetta, 22′ Zoboli, 30′ Ogbonna. st 15’Scaglia , 28′ Ginestra, 49′ Russotto. Espulsioni: pt 34′ Colantuono, st 25′ Leon .

Il Crotone riscatta prontamente la sconfitta subita lunedì sera nel derby di Calabria contro la Reggina e si regala una vittoria di prestigio contro il blasonato Torino, mantenendosi in corsa per il sogno play off. Mister Lerda deve rinunciare all’infortunato Galeoto e allo squalificato Viviani, espulso contro gli amaranto, quindi schiera in difesa la coppia centrale Abruzzese-Legati con Morleo a sinistra e Grillo a destra. Per il resto formazione confermata, Ginestra è l’unico terminale offensivo supportato dal trio composto da Cutolo, Mazzarani e Gabionetta.

Pronti via, il Crotone passa immediatamente in vantaggio grazie alla rete di Gabionetta che, dopo soli due minuti, dopo un’azione personale sulla trequarti, scaglia un tiro dai 25 metri che non lascia scampo a Sereni. Gli ospiti provano a reagire prontamente, ma è ancora il Crotone a rendersi pericoloso al 14’, questa volta con Beati, la cui conclusione centra in pieno il portiere ospite. Dopo una rete annullata agli uomini di Lerda e l’espulsione del tecnico del Torino Colantuono, probabilmente per qualche parola di troppo rivolta al direttore di gara, altra occasione per i padroni di casa al 40’: Russotto, che dopo soli sei minuti aveva rilevato Cutolo, riceve da Legati e, solo davanti a Sereni, tenta di trafiggerlo con un pallonetto che finisce di poco alto. L’ultimo sussulto della prima frazione lo regalano i granata che, al secondo minuto di recupero, sfiorano il pareggio. Arma, il quale oggi sostituiva l’assente Bianchi, offre per Gasbarroni che solo davanti a Concetti tergiversa e spara addosso al portiere pitagorico, sulla ribattuta irrompe Arma, ma il suo tiro è debole.

Nel secondo tempo ancora Crotone sugli scudi, questa volta con Mazzarani il cui tiro al volo sfiora il palo. Il Torino sembra più in partita e va ancora vicino al pari con Pestrin al 18’, il cross dell’ex centrocampista del Messina non viene toccato da nessuno e sbatte contro il montante della porta pitagorica. Negli ultimi due minuti di recupero arrivano gli ultimi brividi di questa avvincente partita. Al 49’ Legati rischia l’autorete quando devia di testa un cross di Gasbarroni, sessanta secondi più tardi Grillo, in contropiede, a tu per tu con l’estremo difensore granata sbaglia e spedisce a lato.

Bella vittoria del Crotone contro un Torino che ha forse pagato le tante assenze di oggi. Per i pitagorici tre punti che consolidano sempre più la salvezza e tengono acceso il sogno play off, distanti 4 lunghezze.

Antonio Modafferi