Home / sport strill it archivio / Serie B sport / Sassuolo-Reggina, sfida inedita in Emilia

Sassuolo-Reggina, sfida inedita in Emilia

di Antonio Modafferi – La trentacinquesima giornata di Serie B si disputerà martedì sera, alle ore 20:45, in turno infrasettimanale. La Reggina sarà impegnata in trasferta contro il Sassuolo. La partita di andata si concluse 0-2 per gli uomini di mister Pioli, capaci di espugnare il

“Granillo” al termine di una gara accorta, grazie alle reti, una per tempo. Dopo che Gorzegno al quarto d‘ora aveva colto una traversa sugli sviluppi di un corner, a sbloccare il punteggio ci pensa il difensore Polenghi, che al 40’ sfrutta l’ennesima indecisione del portiere amaranto Cassano su palla inattiva. Il raddoppio è opera dell’attaccante Noselli, bravo e fortunato nel chiudere un’azione di contropiede al 64’.

A parte la gara di andata a Reggio, non ci sono precedenti tra le due squadre visto che gli emiliani sono alla seconda partecipazione nel torneo cadetto dopo la storica promozione raggiunta al termine della stagione 2007/2008, con in panchina l’attuale tecnico del Cagliari Massimiliano Allegri.

Il Sassuolo, centro in provincia di Modena, viene fondato nel 1922. Fino al 1968 la squadra prende parte a tornei minori, dal 1968 in poi partecipa al campionato di serie D, con qualche retrocessione nel torneo di Promozione, fino alla prima promozione in serie C2, avvenuta nella stagione 1983/1984. Gli anni ’80 si concludono con la retrocessione nel torneo di serie D, che viene finalmente abbandonato nel 1997/1998 con il ritorno nel calcio professionistico grazie ad un ripescaggio.

Dopo ben otto campionati consecutivi di serie C2, spesso mantenuta grazie alla vittoria nei play out e una volta grazie anche ad un ripescaggio, il Sassuolo inizia la scalata verso il calcio che conta nel campionato 2005/2006, quando l’undici guidato da Gianmarco Remondina conclude la regular season al secondo posto. Nei play off elimina prima l’Ancona, quindi in finale ha la meglio sul Sansovino e conquista la serie C1.

Alla sua prima partecipazione al campionato di C1, la squadra neroverde sfiora la serie B terminando il torneo al secondo posto, ad una sola lunghezza dal Grosseto. Nei play off gli emiliani cedono al Monza, mettendo la parola fine ai sogni di gloria che saranno rinviati soltanto di un anno. Infatti la stagione 2007/2008 vede il Sassuolo assoluto protagonista del girone A di serie C1, e al termine di un strepitosa cavalcata ottiene lo storico salto in serie B dopo la gara vinta contro il Manfredonia grazie ad una rete di capitan Piccioni. I neroverdi si aggiudicano anche la Supercoppa di C1.

Il Sassuolo non è una meteora e continua ad imporsi all’attenzione di tutti anche nel torneo cadetto 2008/2009, quando i neroverdi sfiorano i play off  concludendo al settimo posto e imponendosi come una delle sorprese del campionato.

Anche quest’anno la squadra emiliana si è imposta come una delle migliori della categoria, con un equilibrato mix di giovani e di esperti guidato da mister Stefano Pioli, tanto da trovarsi quasi sempre nelle prime posizione della classifica.

Non ci sono ex né da una parte né dall’altra, anche se tra le file del Sassuolo militano giocatori che la Reggina conosce bene, come gli ex Messina Rea e Zampagna, Salvetti, Riccio e Noselli.