Home / sport strill it archivio / Serie B sport / Reggina-Empoli, bilancio favorevole agli amaranto. Due gli ex

Reggina-Empoli, bilancio favorevole agli amaranto. Due gli ex

di Antonio Modafferi – Nella trentaquattresima giornata del campionato di serie B, la Reggina ospiterà al “Granillo” l’Empoli, squadra che in trasferta ha un pessimo ruolino con dodici sconfitte su diciassette gare. Nella partita di andata, anticipo della tredicesima giornata, i ragazzi di Iaconi

uscirono sconfitti dal “Castellani” per 2-0, subendo una rete per tempo, al 40’ da Marianini e al 61’ da Coralli, mentre Brienza al 93’ trovò il tempo per farsi parare un calcio di rigore da Bassi.

 

Sono 12 i precedenti tra Reggina ed Empoli a Reggio e il bilancio parla di 9 vittorie amaranto, 1 pareggio e due vittorie per i toscani.

 

Il primo incrocio tra le due formazioni risale al campionato di serie C1 1978/1979 quando, all’ultima di campionato, gli uomini di Rosario Sbano si sbarazzano degli azzurri toscani per 4-2. Nella stagione successiva gli amaranto di mister Buffoni si impongono nuovamente, questa volta però di stretta misura (1-0).

 

La prima affermazione dell’Empoli a Reggio Calabria è datata al campionato di serie C1 1982/1983. Ad un turno dal termine, i toscani battono la Reggina, al cui capezzale era giunto nuovamente Sbano dopo l’abbandono di Franco Scoglio, per 0-2, sconfitta che prelude alla retrocessione in C2 avvenuta la settimana dopo in seguito alla sconfitta di Casarano (2-0).

 

L’unico pareggio tra le due squadre si registra, invece, nel primo scontro in serie B, annata 1988/1989. Dopo la sconfitta nel derby con il Messina di sette giorni prima, sul neutro di Catania i ragazzi di Nevio Scala non vanno oltre lo 0-0 al termine di una gara condotta sempre in attacco contro un Empoli arroccato in difesa. A dire il vero, la Reggina era anche riuscita a segnare grazie ad una prodezza del difensore Rocco De Marco, ma l’arbitro Romeo Paparesta, tra lo stupore generale, annullava la rete che avrebbe consentito agli amaranto di staccare quella Cremonese che poi, nello spareggio di Pescara, infranse il sogno della A.

 

Reggina ed Empoli tornano ad affrontarsi nel 1994/1995, in serie C1, e i ragazzi di mister Zoratti piegano gli ospiti per 3-2, firmato dalla doppietta di Alex Visentin al 4’ e al 44’ e dalla rete di Toscano, fino alla scorsa settimana allenatore del Cosenza, al 79’. Per gli ospiti, goal di Balesini al 56’ e di un giovane Vincenzo Montella al 90’.

 

Nel torneo di serie B 1996/1997, amaranto ancora vincenti di stretta misura, questa volta per 1-0, grazie alla realizzazione di Rubens Pasino al 13’ che è sufficiente per piegare il collettivo, allora guidato da Luciano Spalletti, che a fine stagione avrebbe conquistato la promozione in A.

 

E’ ancora 1-0 per gli amaranto nel campionato cadetto 2001/2002 quando basta la rete realizzata da Davide Dionigi al 61’ per avere la meglio sull’ undici di mister Baldini nella sfida d’alta classifica della nona giornata.

 

Nella stagione successiva, al primo confronto in serie A, i toscani escono nuovamente sconfitti, in un importante scontro diretto per la salvezza, ancora una volta per 1-0, firmato su rigore dal nipponico Nakamura al 52’.

 

Nel campionato 2003/2004 finisce invece 2-0 per la squadra guidata da Giancarlo Camolese che riesce a far sua l’importante sfida salvezza, disputata nell’anticipo pomeridiano della seconda di ritorno. Le realizzazioni entrambe nel secondo tempo ed entrambe su calcio di rigore trasformati, rispettivamente, da Ciccio Cozza al 51’ e da David Di Michele a due minuti dal termine.

 

L’ultimo successo dell’Empoli a Reggio Calabria è datato 19 marzo 2006, quando gli uomini guidati da mister Cagni espugnano il “Granillo”, teatro dell’ennesima gara importante nella lotta per evitare la retrocessione, per 0-2, maturato nel secondo tempo per merito delle realizzazioni di Pozzi al 61’ e del bomber Tavano all’81’ che puniscono e inguaiano, temporaneamente, una Reggina inconsistente e forse troppo tesa a causa della posta in palio.

 

I ragazzi di Mazzarri si rifanno prontamente l’anno successivo quando, prima della sosta natalizia e dopo la solita beffarda sconfitta raccolta contro il Chievo Verona, rifilano un sonoro 4-1 agli azzurri. Le reti amaranto, tutte nel primo tempo,portano le firma di Leon al 4’, di Amoruso all’8’ e al 27’ e di Bianchi al 43’; dal dischetto, infine, Saudati al 68’ sigla il punto della bandiera per gli ospiti.

 

L’ultima sfida tra Reggina ed Empoli risale al penultimo turno del campionato 2007/2008. E’ l’11 maggio 2008 quando gli uomini guidati da mister Nevio Orlandi si assicurano la salvezza matematica superando per 2-0 la diretta concorrente toscana guidata da Cagni. Le reti nella ripresa, 1-0 firmato dal paraguayano Edgar Barreto al 68’, che con un bolide dalla distanza rompe gli equilibri e schiude le porte della salvezza, messa in cassaforte da Nicola Amoruso al 79’. Al triplice fischio dell’arbitro Saccani, una pacifica invasione di campo di un “Granillo” colmo come ai bei tempi, certifica l’ultima grande gioia del popolo amaranto.

 

Saranno due gli ex della partita, uno per parte: Stovini nell’Empoli e Lanzaro nella Reggina.

 

Lorenzo Stovini, difensore centrale classe 1976, ha difeso per due anni i colori amaranto, nelle prime due stagioni di serie A, 1999/2000 e 2000/2001, totalizzando 66 presenze (34 nel primo anno, 32 nel secondo) e una sola, ma pesante, rete, grazie alla quale la Reggina pareggiò, per 1-1, contro il Verona nel dicembre 2000, sul neutro di Catania. E’ all’Empoli dal novembre del 2009.

 

Anche Maurizio Lanzaro è un ex. Il capitano amaranto ha indossato la maglia azzurra in serie A, nel campionato 2003/2004, collezionando soltanto 8 apparizioni; un anno di transizione, insomma, prima di affermarsi, la stagione successiva, con la Salernitana, per poi spiccare il volo verso la Reggina.

 

Un’ultima curiosità: l’attuale allenatore dell’Empoli, Salvatore Campilongo fu in lizza per sostituire Walter Mazzarri per il campionato 2007/2008, ma poi il presidente Foti scelse Massimo Ficcadenti