Home / sport strill it archivio / Serie B sport / Calcio: il Crotone espugna Vicenza (0-2)

Calcio: il Crotone espugna Vicenza (0-2)

VICENZA – CROTONE 0-2

VICENZA (4-4-2): Fortin; Minieri, Martinelli, Huth, Giani; Madonna, Gatti (37′ st Carra), Botta, Gavazzi (23′ st Margiotta); Sgrigna, Misuraca (1′ st Litteri). In panchina: Russo, Braiati, Di Matteo, Mora. All. Maran

CROTONE (4-2-3-1): Concetti: Legati, Viviani, Abruzzese, Morleo; Galardo, Beati; Cutolo (27′ st Zito), Degano, Mazzarani (14′ st Perpetuini); Ginestra (17′ st Bonvissuto). In panchina: Farelli, Grillo, Digao, Petrilli. All. Lerda

Arbitro: Gallione di Alessandria (Conti-Schenone)
Note: serata primaverile, terreno in buone condizioni. Spettatori: 6785. Angoli: 12-1. Espulsi: 34′ st Bonvissuto (C) per proteste. Ammoniti: Sgrigna (V), Beati, Morleo (C). Recupero: 1′, 5′.

Seconda vittoria consecutiva per il Crotone che espugna il “Romeo Menti” di Vicenza, riscattando la sconfitta casalinga rimediata nel girone di andata, con una rete per tempo. Mister Lerda può contare su Morleo, Beati e De Martino, al rientro dopo il turno di squalifica scontato sabato scorso, con i primi due in campo dal primo minuto, il primo nella consueta posizione di terzino sinistro, il secondo al fianco di Galardo sulla linea mediana, mentre l’ex Roma va in tribuna. Capitan Galeoto non c’è nemmeno oggi ed è sostituito sulla destra da Viviani, mentre la batteria di tre trequartisti, davanti all’unica punta Ginestra, il quale vince il ballottaggio con l’ex Vicenza Bonvissuto, è composta da Cutolo, Mazzarani e Degano.

Inizio di marca biancorossa, infatti la prima opportunità è per gli uomini di Maran al 6’ con un bel tiro di Madonna che impegna l’estremo difensore ospite e la mischia che ne segue non produce effetti. Il Crotone si fa vivo al 28’: cross di Cutolo dalla destra lisciato da in difensore vicentino, ma Ginestra non riesce ad approfittarne. Padroni di casa pericolosi un minuto più tardi ancora con Madonna la cui conclusione è deviata in angolo da Concetti. Dal corner seguente stacca Martinelli, ma il pallone termina di poco alto sopra la traversa. Al 33’ risponde Galardo con un tiro da fuori che viene deviato in angolo. Vicenza pericolosissimo al 38’, quando il fantasista Sgrigna innesta l’attivo Madonna, ma il colpo di testa dell’ex Albinoleffe è troppo centrale. Al 43’ arriva il vantaggio pitagorico firmato da Cutolo che si incunea tra alcuni avversari e lascia partire un tiro senza troppe pretese che Fortin si fa passare sotto le gambe.

Nella ripresa cominciano convinti i biancorossi che già dopo soli tre minuti hanno una buona possibilità con Litteri, ma il suo tiro è altissimo. Al 19’ Martinelli di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo colpisce debolmente, mentre alla mezzora il Vicenza reclama il rigore per un fallo di mano di un giocatore del Crotone in piena area, ma l’arbitro è inflessibile. I rossoblù al 34’ rimangono anche in dieci per l’espulsione di Bonvissuto, entrato da circa un quarto d’ora al posto di Ginestra e protagonista di un plateale gesto di stizza nei confronti dell’arbitro Gallione, tuttavia riescono anche a raddoppiare in contropiede, dopo un angolo a favore del Vicenza, con un altro subentrato, Zito, al rientro dopo tanto tempo, il quale supera Fortin in uscita.

Importante vittoria del Crotone, che coglie altri tre punti dopo quelli conquistati sabato pomeriggio contro il Frosinone. Adesso i punti sono 41, i pitagorici vantano quattro punti di vantaggio sulla quintultima e passano anche nella colonna di sinistra della classifica, ma ora occorrerà mantenere i piedi per terra ed evitare ulteriori scivoloni che possano compromettere la salvezza.

Antonio Modafferi