Home / sport strill it archivio / Serie B sport / Calcio: il Crotone perde a Padova (2-0)

Calcio: il Crotone perde a Padova (2-0)

PADOVA-CROTONE 2-0

PADOVA (4-4-2): Cano; Darmian (28′ st Petrassi), Cesar , Faisca, Renzetti; Bovo, Cuffa, Italiano (6’st Morosini), Rabito; Vantaggiato(41′ st Bonaventura), Soncin. In panchina: Agliardi, Di Nardo, Giovannini, Patrascu. Allenatore: Di Costanzo.

CROTONE (4-2-3-1): Concetti; Galeoto, Legati, Abruzzese, Morleo (24′ st Grillo); Beati , Mazzarani; Degano (8’st De Martino), Cutolo (17′ st Russotto), Mendicino; Ginestra. In panchina: Farelli, Viviani, Petrilli, Perpetuini. Allenatore: Lerda.

ARBITRO: Trefoloni di Siena.

RETI: 22′ pt Vantaggiato, 36′ pt Soncin.

NOTE: giornata con temperatura gradevole, terreno in buone condizioni, spettatori 5.500. Angoli 3-0 per il Padova. Espulso al46′ st De Martino per doppia ammonizione. Ammoniti Beati, Morleo, De Martino, Morosini, Grillo. Recupero: 4′; 5′.

Seconda sconfitta consecutiva per il Crotone che, dopo il tre a zero subito dall’Albinoleffe sette giorni fa allo “Scida”, esce sconfitto dall’ “Euganeo” per due reti a zero.
Mister Lerda, senza Galardo, squalificato a centrocampo, schiera la coppia Beati-Mazzarani, sulla trequarti si affida al trio composto da Cutolo, Degano e, a sorpresa rispetto alle indiscrezioni della vigilia, Mendicino; l’unica punta è l’ex biancoscudato Ginestra.

Le novità presentate dall’allenatore pitagorico, però, non sortiscono gli effetti sperati, infatti sono i padroni di casa che indirizzano la partita a proprio favore sin dalla prima frazione di gioco. Si decide tutto nel primo tempo: al 22’ i biancoscudati passano in vantaggio. Lancio di Italiano per l’attaccante Vantaggiato, ex Crotone tra l’altro, che supera Concetti e mette dentro di testa da pochi passi. Il raddoppio giunge quattordici minuti più tardi ed è a dir poco fortunoso e rocambolesco. A lanciare è ancora il play maker del Padova Italiano, la sfera rimpalla prima sull’estremo difensore rossoblù in uscita poi sull’attaccante patavino Soncin, per l’esattezza sul mento, quindi finisce lentamente in fondo al sacco.
Nella ripresa ben poco da segnalare, a parte un palo colpito dal neo entrato Russotto, che aveva sostituiti nel corso del secondo tempo Cutolo.

I ragazzi di Lerda lasciano quindi Padova con una sconfitta, in un turno in cui quasi tutte le concorrenti per la salvezza fanno risultati importanti, accorciando sempre più la classifica. I 35 punti conquistati finora non permettono di dormire sonni tranquilli, occorrerà ripartire sin dal prossimo impegno, in casa contro il Frosinone dei tanti ex.

Antonio Modafferi