Home / sport strill it archivio / Serie B sport / Breda: “Più passa il tempo e più diventa difficile gestire situazioni precarie”

Breda: “Più passa il tempo e più diventa difficile gestire situazioni precarie”

Conferenza stampa del venerdì al “Granillo” prima della seduta pomeridiana a porte chiuse allo stadio. All’inizio si torna sulla brutta sconfitta di sabato scorso con il Cittadella, dove, ancora una volta, è continuata la serie di errori da parte dei singoli (Valdez e Fiorillo). “L’errore tecnico – spiega mister Breda – non puoi sempre evitarlo perché fa parte del gioco, nel

bene e nel male. Devi cercare, con il tempo e con il lavoro, di smussarlo. Se io devo guardare la prestazione fino a quel momento, sono contento. Sull’errore abbiamo lavorato anche in settimana, non possiamo far sì che il nostro passato ci condizioni, dobbiamo analizzare il passato e da lì lavorare per migliorare. Abbiamo ancora 16 partite, dobbiamo lavorare per fare meglio da adesso in avanti”


Incalzato sul ricorso sistematico al fallo da parte di Santos, il tecnico amaranto ha risposto: “Mi spiace parlare di un singolo caso, dobbiamo migliorare anche su altre cose. Per esempio a me non è piaciuta la reazione dopo il goal, non tanto per il fatto di non essere riusciti a creare occasioni, quanto per il fatto che siamo andati in confusione, e la confusione dobbiamo cercare di evitarla. Io non voglio alibi, non voglio darli. Si sbaglia? Ognuno si prende le proprie responsabilità, guardando al futuro”.


Per quanto riguarda la settimana di lavoro, Breda ha chiarito “ Si è lavorato con l’atteggiamento giusto e i carichi sono stati importanti. Adesso siamo in una fase di carico discendente. Dobbiamo pensare che come intensità di gioco, come voglia propositiva dobbiamo cercare di imporci per 90 minuti e ancora non riusciamo a farlo”. Sulle condizioni dei vari giocatori: “ Nicolas Viola e Castiglia sono in fase di recupero. Pagano oggi dovrebbe iniziare con la squadra, si è allenato poco, ma dovrebbe tornare disponibile per la partita”. Su Lanzaro, che ieri ha saltato la partitella: “ Ha preso una botta avantieri, ma già oggi torna con la squadra, ieri non ha partecipato alla partitella in via precauzionale”, infine su Costa: “Si è allenato bene, ha migliorato la sua condizione e può essere preso in considerazione”.

 

Viene quindi analizzato il prossimo avversario, il Frosinone. “E’ una squadra un po’ atipica, che subisce molti goal, quasi quanto la Salernitana, ma ne fa tanti, quindi è difficilmente prevedibile. E’ una squadra che gioca a calcio e che cerca di imporre il proprio calcio, però per noi non cambia. Noi dobbiamo imporre le nostre idee, in particolar modo in casa. C’è la voglia di essere propositivi perché so che questa squadra può fare molto di più”.

 

Infine viene chiesto a Breda se nelle prossime quattro partite la Reggina si gioca molto: “Certamente, ci giochiamo molto, più passa il tempo e più diventa difficile gestire situazioni precarie. Abbiamo tutte le qualità per venirne fuori e dobbiamo cercare di usarle al massimo, senza fare tabelle, dobbiamo far bene sia in casa che fuori”.