Home / sport strill it archivio / Serie B sport / Vicenza-Reggina, le pagelle di Strill.it

Vicenza-Reggina, le pagelle di Strill.it

FIORILLO VOTO 6 – Tre gol subiti, come contro il Cesena, senza colpe, come contro il Cesena.

LANZARO VOTO 5 – Buca un intervento di testa in occasione del primo gol, perde Literri sul 2-0 vicentino.

 

CASCIONE VOTO 5,5 – Lui che difensore non è, non combina più danni degli altri che sono di ruolo.

VALDEZ VOTO 5 – La prestazione di Padova è stata una rondine che non ha fatto primavera. Di Cesare si permette il lusso di dribblarlo in piena area di rigore.

VIGIANI VOTO 5,5 – Il cross da cui scaturisce l’uno a zero nasce da una sua mancata chiusura su Gavazzi. Per il resto tira la carretta.

CASTIGLIA VOTO 5 – Sbagliare un rigore dopo dieci minuti all’esordio non è il massimo della vita. Pesantemente condizionato dall’episodio, gioca una partita anonima.

CARMONA VOTO 5,5 – Qualche buona chiusura, per il resto si eclissa.

TEDESCO VOTO 6,5 – Altra prova di sostanza e qualità, ma lui da solo non basta.

RIZZATO VOTO 5 – Assente in fase offensiva, colpevole quando si fa saltare da Sgrigna nell’azione del 2-0. Nel 3-5-2 è un pesce fuor d’acqua.

PAGANO VOTO 5 – Un solo spunto nel primo tempo, per il resto è impalpabile.

BONAZZOLI VOTO 5 – Prova negativa. Isolato nel primo tempo e con un’intesa tutt’altro che invidiabile con Pagano, nella ripresa con Brienza e Cacia trova l’appoggio per le sue sponde.

BRIENZA VOTO 6,5 – Bastano quaranta minuti per far capire che la Reggina ha bisogno di lui, dei suoi colpi e della sua capacità di saltare l’uomo. Il gol è un’inutile perla.

MISSIROLI VOTO 6 – Schierato a sinistra mette il suo dinamismo a disposizione della causa.

CACIA  6– Bravo a crearsi un’occasione, è sfortunato nella conclusione che sbatte sul palo interno e non entra.

IACONI VOTO 5,5 – La fomazione del primo tempo è la più logica possibile. Le sue colpe iniziano quando ad andare sul dischetto è Castiglia. La mancanza di una gerarchia è una grave pecca di questa squadra. Serviva spingere di più nella prima fase della partita, così non è stato ed il Vicenza si è trovato sul 2-0, sfruttando per lo più errori individuali. L’inserimento di uno tra Brienza e Missiroli è apparso tardivo, affrettato quello di Cacia che ha sbilanciato in modo eccessivo la squadra che aveva appena riaperto la partita quando mancavano ancora oltre venti minuti. Con il definitivo recupero di Cacia e Brienza la squadra andrà ridisegnata con un nuovo schieramento.

p.d.m.