Home / sport strill it archivio / Serie B sport / Calcio: Crotone sconfitto anche a Mantova (2-1)

Calcio: Crotone sconfitto anche a Mantova (2-1)

MANTOVA-CROTONE 2-1

MANTOVA (4-3-1-2): Handanovic, Salviato, Notari, Fissore, Lambrughi; Nicco, Carrus 7, Grauso; Locatelli (dal 21′ st Tarana); Caridi(dal 39′ st Spinale), Nassi (dal 46′ st Cavalli). All.: Serena.

CROTONE (4-2-3-1): Concetti, Viviani, Legati, Abruzzese, Grillo; Beati (dal 28′ st Mazzarani), Galardo; Gabionetta  (dal 36′ st Petrilli), Ginestra, Russotto; Mendicino (dal 21′ st Cutolo). All.: Lerda.

ARBITRO: Rosetti di Torino.

MARCATORI: 8′ pt Carrus (M), 45′ st Salviato (M), 24′ st Abruzzese (C).

NOTE: Ammoniti Gabionetta (C), Grauso (M), Beati (C). Angoli 8-4 per il Mantova. Recupero 2′ pt, 4′ st.

Il Crotone perde ancora, stavolta a Mantova, contro una diretta concorrente per la salvezza ed è una sconfitta pesante, in quanto i pitagorici vengono raggiunti in classifica proprio dagli uomini di mister Serena, adesso appaiati a 25 punti. Mister Lerda deve rinunciare a Zito, non ancora al meglio dopo l’infortunio al ginocchio, ma soprattutto ai quattro squalificati Galeoto, Morleo, De Martino e Bonvissuto, ma a centrocampo, a fianco di Galardo che oggi indossa la fascia di capitano, rientra Beati. In difesa i due terzini sono Grillo a sinistra e il neo acquisto Federico Viviani a destra, che fa il suo esordio con la maglia del Crotone al pari dell’altro ultimo arrivato, Ciro Ginestra, schierato nel ruolo di unica punta. Sulla trequarti infine mister Lerda conferma soltanto Gabionetta sulla destra, scegliendo Russotto a sinistra e Mendicino al posto di Mazzarani.

Parte subito bene il Mantova, che mette la partita sui binari giusti dopo soli otto minuti. Salviato crossa da destra, dalla parte opposta sbuca Carrus che si tuffa e colpisce di testa battendo Concetti, uscito a vuoto.
Nessuna reazione da parte del Crotone che deve attendere addirittura il 40’ occasione per rendersi, quanto meno, pericoloso dalle parti di Handanovic: Ginestra batte una punizione che l’estremo difensore del Mantova respinge, Abruzzese tenta di correggere il pallone in rete ma lo stesso Handanovic è bravo a non capitolare. Dopo cinque minuti, i padroni di casa raddoppiano: Caridi sulla destra viene affrontato da Grillo che, ingenuamente, gli concede il calcio di punizione. Alla battuta si presenta Locatelli che mette dentro, Concetti esce male e i suoi difensori respingono corto, dalle parti di Carrus che, in mezza rovesciata, rimette in mezzo e restituisce il favore a Salviato, il quale segna il due a zero, nonché la sua seconda rete in campionato. Inutili le proteste del Crotone con Rosetti per un presunto fuorigioco dello stesso Salviato.

Nella ripresa il Crotone non riesce ad essere più cattivo, anzi gioca davvero male, sbagliando molti passaggi e rendendosi incapace di imbastire la minima azione offensiva, il Mantova, invece, sembra giocare sul velluto, grazie anche al doppio vantaggio da amministrare. Addirittura i padroni di casa potrebbero triplicare prima con Locatelli, ad inizio ripresa, autore di un tiro da fuori area, e al 22’ con Nassi, servito dal fondo dal neo entrato Tarana, abile a superare due giocatori del Crotone, ma l’ex punta di Brescia e Reggina viene anticipata in corner da Legati. Proprio nel loro peggior momento, i pitagorici riescono a dimezzare lo svantaggio: dopo un’azione sulla destra orchestrata da Galardo e Cutolo, entrato da poco al posto di Mendicino, che frutta un calcio d’angolo, proprio dalla bandierina lo stesso Cutolo indirizza verso l’area virgiliana dove c’è Abruzzese, pronto a depositare la palla in rete. Adesso i rossoblù ci credono, entra anche Mazzarani per Beati, e l’occasione più grossa per pareggiare, dopo un mancato aggancio del vivace Cutolo, in posizione regolare, davanti al portiere su lancio di Grillo, arriva a cinque minuti dal termine. E’ il 40’ infatti quando il Crotone preme il Mantova, la retroguardia virgiliana allontana corto poco fuori dall’area di rigore dove è appostato Viviani che controlla e scaglia un bellissimo tiro al volo che non finisce in fondo alla rete solo grazie ad un ottimo intervento in angolo di un attento Handanovic. La partita in sostanza finisce qui, e dopo quattro minuti di recupero l’arbitro Rosetti manda tutti sotto la doccia.

E’ una sconfitta che complica il cammino del Crotone, scivolato adesso in terzultima posizione, dove viene raggiunto proprio dal Mantova a quota 25, mentre si fa sotto minacciosamente anche il Piacenza, ora a quota 24 dopo l’odierna vittoria, per 1-3, sul campo della Triestina. Oltre gli ultimi negativi risultati, preoccupa l’incapacità dei pitagorici di produrre gioco.

Antonio Modafferi