Home / sport strill it archivio / Serie B sport / Iaconi: “3-5-2 e gioca Valdez”

Iaconi: “3-5-2 e gioca Valdez”

A Padova la Reggina si gioca tanto, Iaconi forse la panchina. Il tecnico un pò il riassunto della situazione: “Questa settimana abbiamo lavorato bene, Tedesco e Vigiani si sono inseriti bene, adesso speriamo che loro ci diano una maggiore sicurezza sotto il profilo dell’esperienza, anche per la copertura di qualche ruolo come quello della fascia destra. Io conto di riportare a un buon livello giocatori che stanno facendo bene, ma fanno fatica a invertire la tendenza di negatività che li avvolge dall’anno scorso. Cambieremo qualcosa sul piano tattico, perchè ora abbiamo gli uomini per poterlo fare, scenderemo in campo con un 3-5-2 con Valdez dall’inizio e Costa sulla sinisitra”.

undefined

Iaconi prova a vedere un pò di luce nel momento di negatività assoluta che la Reggina sta vivendo soprattutto se si guarda la classifica:”Abbiamo un’identità di squadra, non siamo continui nell’applicazione in fase difensiva, dove abbiamo qualche difficoltà. Col presidente si sono valutate diverse cose e sono contento che abbia continuato a darmi fiducia. Al di là del primo tempo con il Sassuolo, le nostre partite sono state spesso decise da episodi, che siccome si ripetono spesso devono farci riflettere. Parliamoci chiaro: noi non marchiamo dentro l’area e a questi livelli non è ammissibile. Contro il Cesena abbiamo disputato una buona partita, tanto che il loro portiere è stato di gran lunga il migliore in campo. Paradossalmente difendiamo meglio con la difesa alta, qui dobbiamo quasi fare un lavoro di settore giovanile. Abbiamo costruito un gruppo che ha grande futuro, adesso però serve fare dei risultati, anche sopportando la pressione che è giusto che ci sia perchè siamo professionisti”..

L’allenatore abruzzese esclude la possibilità di un utilizzo di Camilleri: ” Lui ha grandi potenzialità, ma non è ancora pronto, deve lavorare e darci dentro. E’ un ragazzo che si applica, un patrimonio su cui la Reggina deve lavorare. L’ho provato, ma un suo utilizzo non è plausibile, non ancora almeno”.

Il tecnico è molto chiaro anche sulla questione portiere: “Quando si sceglie un portiere si avanti per quella strada, si tratta dell’unico ruolo che non va messo in discussione. Per il momento il titolare è Fiorillo, anche perchè Marino anche questa settimana ha avuto dei problemi. La decisione non è ancora definitiva”.

Infine, c’è spazio per qualche battuta sui prossimi avversari: “L’assenza di Italiano è sicuramente importante, ma il Padova dal centrocampo in avanti ha un organico di tutto rispetto. E’ una squadra ben organizzata, un pò in difficoltà perchè nelle ultime sei-sette partite ha fatto pochissii punti. Li conosco sin dalla scorsa stagione e la loro forza è l’occasione di gioco. Noi abbiamo qualche problema perchè Cacia ha qualche problema muscolare ed è in forte dubbio. E’ un momento un pò così in cui alla vigilia della partita a qualcuno prende l’influenza o qualche altra cosa, spero che le cose cambino presto visto che già da martedì Brienza torna col gruppo e sono felice di questo”.