Home / sport strill it archivio / Serie B sport / Albinoleffe-Reggina, le pagelle di Strill.it

Albinoleffe-Reggina, le pagelle di Strill.it

MARINO VOTO 6 – Responsabilità limitate per la corta respinta in occasione  del primo gol subito, non può nulla sulla seconda rete degli avversari quando la scarsa reattività dei suoi difensori vanifica un grande intervento d’istinto.

ADEJO  VOTO  6 – Positivo, soprattutto in fase difensiva.

 

VALDEZ VOTO 5 – Mediocre la sua prova, come quella di quasi tutti i suoi compagni di squadra.

SANTOS VOTO 5 – Gioca mezz’ora, il tempo di farsi bruciare da Ruopolo nell’azione della prima rete dell’Albinoleffe.

COSTA VOTO 5,5 – Da esterno difensivo mette in mostra una buona intesa con Rizzato, soprattutto nel gioco delle sovrapposizioni,  sbagliando però qualche cross di troppo.  Successivamente torna a giocare da terzo centrale.

PAGANO VOTO 5  – Da esterno destro di centrocampo rende molto meno che da punta esterna. Oggi si è avuta la dimostrazione migliore di quanto quest’idea sia valida.

CASCIONE VOTO 5  –  Si dice che le idee  di una squadra nascano dai centrocampisti, la Reggina dimostra di averne poche, tirare le conseguenze sulla sua prestazione è facile.  Già dalla prossima partita dovrebbe tornare in difesa.

MOROSINI VOTO 5 – Giudizio analogo a quello su Cascione.  

RIZZATO VOTO 6 –  E’ l’uomo più in forma della Reggina.  Arriva spesso sul fondo, sovente supera gli avversari in velocità, sebbene non sempre i suoi traversoni siano precisi.

CACIA 4,5  – Sbagliare un rigore non aiuta certo un attaccante che vive un momento difficile. La sua voglia è tangibile, ma combina poco e perde la maggior parte dei palloni che passano dai suoi piedi.

BONAZZOLI 5  –  Nel primo tempo sbaglia tutto quello che c’è da sbagliare, quando si sveglia è troppo tardi. Nel finale sfiora il gol di testa.

MISSIROLI 5  –   Escluso ancora ingiustificatamente, entra in campo a freddo e ne paga le conseguenze.   Resta  uno dei più positivi di questa prima metà di stagione, ma anche lui oggi non c’è.

VIOLA N.  S.V.

BARILLA’ S.V.

IACONI VOTO 4,5  –  Decide di cambiare modulo, mai scelta fu più sbagliata.  L’unico uomo amaranto che vede la porta è Pagano, allontanarlo dall’area di rigore è un suicidio.  Missiroli in questa squadra non può restare fuori,  ripescare nella stessa gara Santos e Valdez è un azzardo che forse la Reggina non si può concedere.  Discutibili anche alcune scelte a partita in corso.

p.d.m.