Home / sport strill it archivio / Serie B sport / Reggina-Grosseto, le pagelle di Strill.it

Reggina-Grosseto, le pagelle di Strill.it

MARINO  voto 6,5 – Sicuro quando viene chiamato in causa con parate poco impegnative, impeccabile nell’ordinaria amministrazione.

LANZARO VOTO  5,5 – Sovrastato da Pinilla in occasione del pareggio del Grosseto, esce per infortunio nella ripresa.

CASCIONE VOTO  6 – Più volte si fa valere nel gioco aereo, soprattutto nell’area avversaria dove  trova l’impatto col pallone in zona offensiva senza mai trovare la via della rete, ma sfiorandola in almeno un paio d’occasioni.

COSTA VOTO 6 – Al rientro dalle tre giornate di squalifica è forse il più positivo tra i difensori.

MOROSINI VOTO 6  – Parte da esterno destro, la Reggina però preferisce attaccare a sinistra dove c’è un esterno di ruolo, ovvero Rizzato.  Torna al centro dopo l’espulsione di Carmona e gioca meglio, ma non è una novità.

CARMONA VOTO 4,5  – Inizia bene, poi commette un’ingenuità con il fallo a metà campo che gli vale il secondo cartellino giallo..  

BARILLA’ VOTO 5 ,5 – Pesa sulla sua gara l’errore sotto porta all’inizio del secondo tempo.

RIZZATO VOTO 6,5 – Spinge con costanza sulla sinistra , da un suo cross scaturisce la rete della Reggina e gioca una delle sue migliori partite.

PAGANO VOTO 6,5 – Ennesimo gol stagionale dell’ex riminese, che però si spegne quando torna a fare l’esterno di centrocampo nel 4-4-1-1 disegnato da Iaconi , per poi lanciare solo qualche fiammata nella ripresa

MISSIROLI VOTO 6,5 – L’assist impreziosisce la sua gara.  Parte bene, poi come Pagano paga lo spostamento sulla linea dei centrocampisti. Nel finale però è lui a provare a trascinare la squadra formando una buona catena di sinistra con Rizzato. Ne ha più di tutti  fino al novantesimo, il dato è evidente.

BONAZZOLI VOTO 5,5 – Fino a quando ha due uomini vicini a lui allinea la sua prestazione alle sue ultime uscite positive, quando viene lasciato solo a fare a sportellate con la difesa avversaria la sua gara perde consistenza.   Nel finale si trasforma in assist man quando serve a Cacia l’ultima palla gol della gara.

ADEJO S.V.

CACIA S.V. 

IACONI VOTO 5,5 – La Reggina parte forte, poi si fa un po’ intimorire dal Grosseto. Dopo l’espulsione di Carmona si affida al più classico dei moduli in situazione di inferiorità numerica, ma nel momento in cui anche  i toscani sono rimasti in dieci si poteva forse inventare qualcosa di più dal punto di vista tattico.  Nella ripresa la squadra resta lunga e dà dimostrazione di avere poche idee.  Qualche responsabilità il tecnico ce l’ha.

p.d.m.