Home / sport strill it archivio / Serie B sport / Calcio: il Crotone raggiunge il Cittadella all’ultimo minuto

Calcio: il Crotone raggiunge il Cittadella all’ultimo minuto

CROTONE-CITTADELLA 1-1

CROTONE (4-2-3-1): Concetti ; Quondamatteo, Abruzzese, Legati, Morleo; Beati (dal 35′ st Coresi), Galardo; Petrilli (dal 22′ st Farelli), Mazzarani, Cutolo (dal 40′ st Mendicino); Bonvissuto . A disposizione: Scognamiglio, Grillo, De Martino, Daud. Allenatore.: Lerda.

CITTADELLA (4-4-2): Villanova; Pisani, Pesoli, Cherubin, Marchesan (dal 32′ st Teoldi); Volpe , Dalla Bona, Carteri, Pettinari (dal 32′ st De Gasperi); Ardemagni , Iunco (dal 33′ st Castiglia). A disposizione: Pierobon, Gorini, Bellazzini, Curiale. Allenatore.: Foscarini.

MARCATORI: 22′ st Iunco (rig., Ci), 95′ Mendicino (Cr).

Arbitro: Velotto di Grosseto.

Ammoniti: Volpe, Pesoli (Cittadella), Mazzarani, Legati (Crotone).

Il Crotone riagguanta il Cittadella all’ultimo minuto di recupero, al termine di una partita intensa e dai due volti. Nel primo tempo il Cittadella è padrone del campo ma non riesce a concretizzare alcune occasioni con Iunco e Pettinari. Il Crotone è apparso in affanno nella prima frazione, forse a causa della formazione rimaneggiata, ma nel secondo tempo è sceso in campo con un piglio diverso, infatti già al primo minuto della ripresa Morleo colpisce l’incrocio dei pali. Al 56′ i padroni di casa potrebbero passare in vantaggio grazie ad un rigore concesso da Velotto per fallo di Pesoli su Petrilli, ma Morleo si fa respingere il tiro da Villanova, il quale allontana anche la ribattuta di Bonvissuto. Dieci minuti dopo il Cittadella passa in vantaggio: Iunco lancia per Ardemagni che è solo davanti a Concetti il quale non può fare altro che atterarlo. L’arbitro decreta l’espulsione e la massima punizione, trasformata da Iunco che spiazza il neo entrato Farelli. Il Crotone si riversa nella metà campo padovana, ma non riesce a pungere fino al 95′ quando Mendicino, entrato da poco, da fuori area controlla il pallone e lascia partire un tiro che si insacca sotto l’incrocio dei pali e che consente ai pitagorici di ottenere l’ ottavo risultato utile consecutivo.

Antonio Modafferi