Home / sport strill it archivio / Serie B sport / Reggina-Triestina, le pagelle di Strill.it

Reggina-Triestina, le pagelle di Strill.it

Marino voto 7 – La parata che salva la Reggina dal 2-1 triestino che avrebbe compromesso, forse definitivamente, la partita  è di vitale importanza nell’economia della gara.  Per il resto sbaglia poco o nulla.

Lanzaro voto 6.5 –  Ennesima prestazione positiva del capitano amaranto.

 

 

Cascione voto  6 – E’ il leader assoluto della difesa, la sua collocazione in retroguardia resta probabilmente una delle cose migliori ereditate da Novellino. Non è irreprensibile in occasione del gol della Triestina, ma si riscatta con un grande intervento che vanifica un contropiede avversario.

Capelli voto 5,5 – Primo tempo in sofferenza, ma era palese la sua difficoltà nel giocare a sinistra, per lui destro naturale.  Nella ripresa migliora il suo rendimento.

Adejo voto 6  – Il nigeriano ha grandi potenzialità, ma a volte eccede nel voler tentare il dribbling nella propria trequarti e in altre circostanze dimostra di avere una visione di gioco migliorabile.   Offre  spinta e dinamismo sulla destra.

Morosini voto 6 – Nel primo tempo quando la Triestina pressa con intensità va in sofferenza, tanto che spesso si trova ad appoggiare all’indietro, poi trova le giuste misure e gioca una buona gara.

Carmona voto 5,5 – Giudizio analogo a quello su Morosini, ma l’aggravante della sua gara è l’errore che dà il là all’azione del vantaggio della Triestina.  Nel finale cresce, ma per almeno un tempo la sua partita è condizionata da quell’errore, soprattutto sotto il profilo psicologico. Buon per lui che la squadra abbia ribaltato il risultato.

Rizzato voto 6,5  – Da quando fa l’esterno sinistro nel 3-4-3 ha acquisito un altro spessore nell’economia del gioco della squadra.   La sua spinta è costante e lavora bene anche in fase di non possesso.

Missiroli voto 8 – E’ un giocatore universale con grandi qualità sia tecniche che fisiche.  Iaconi, dopo l’inopinata scelta di tenerlo fuori contro il Sassuolo, lo schiera titolare e lui non tradisce con due gol che sono la ciliegina di una partita in cui va a pressare gli avversari fino alla  loro linea di fondo, a dimostrazione che oltre all’aspetto tecnico, in Missiroli vada esaltato lo spirito che è spesso quello giusto. Sono lontani i tempi in cui dalle gradinate del Granillo piovevano fischi.

Pagano voto 7,5 – Un gol e due assist.  Come al solito, per lui, parlano i numeri più di qualsiasi altro giudizio soggettivo.

Bonazzoli voto 7 – Un gradino sotto Missiroli e Pagano solo perché non è andato a rete, ma gli è mancato poco.  Tiene palla, fa salire la squadra e smista per i compagni.  Bentornato Bonazzoli.

Brienza  voto 6 – Si sbatte, ma si vede che per lui non gira bene quando manca per pochi centimetri il gol del 4-1. 

N. Viola s.v.   Un lancio per Brienza è di quelli che rappresentano il miglior biglietto di visita per un giovane  di grande talento.

A. Viola s.v.

Iaconi voto 6,5 – Torna sui suoi passi schierando Morosini interno a centrocampo e ridando i galloni del titolare a Missiroli.  Punta sui giovani e la squadra lo ripaga con un’ottima prestazione.

p.d.m.