Home / sport strill it archivio / Serie B sport / Reggina-Brescia, le pagelle di Strill.it

Reggina-Brescia, le pagelle di Strill.it

Cassano voto 6 – Quasi mai chiamato in causa, si disimpegna discretamente in qualche uscita.

Lanzaro voto  6,5 – Ingaggia un duello rusticano con Caracciolo nel primo tempo e quando l’ “airone”  lo supera non si fa scrupoli ad usare le maniere forti. Il primo gol in amaranto, alla quinta stagione, è il premio ad un giocatore che ha sempre dato tutto per la Reggina.

 

Cascione voto 6,5 – Guida la difesa e gioca praticamente da regista difensivo.  Poco sollecitato nel primo tempo da un Brescia in inferiorità numerica, nel secondo tempo difende con profitto e segna il suo secondo gol stagionale.

Costa  voto 6 –  Il Brescia attacca poco dalla sua parte, quando però lo fa , lui risponde presente. Ottimo nel gioco d’anticipo.

Morosini 6  – Viene schierato a destra, ma più che l’esterno fa il centrocampista, come la sua natura gli impone.  Generoso e positivo nonostante tutto.

Carmona voto 6 – Pare aver acquisito fiducia, la prova più evidente è data dal fatto che in più di una circostanza cerca il tiro.  Se limitasse la quantità di palloni persi , il suo contributo sarebbe ancor più prezioso.

Barillà voto 6,5 – Messo da parte nelle ultime settimane, si ripropone alla grande quest’oggi.  Pressing continuo , insistiti tentativi di inserimento e anche un paio di bordate dalla distanza che impegnano severamente  il portiere.  

Rizzato voto 6 – Migliora di partita in partita, almeno nelle partite casalinghe.  Gli manca il definitivo di salto di qualità.

Pagano voto 7 – Due gol e due assist, cosa chiedergli di più ?  Gli si può perdonare anche qualche cross sbagliato con questi numeri.  Con cinque gol è il capocannoniere della squadra.

Missiroli voto 6,5 – E’ il giocatore che tutti gli allenatori vorrebbero allenare.  E’ incredibile per la sua abilità nel coniugare quantità e qualità.  E’ un elemento come pochi ce ne sono in serie B.  Lotta, corre, salta l’uomo e  serve assist, c’è davvero poco da rimproverargli.

Bonazzoli voto 6 – La sensazione è che con l’andare del tempo stia lentamente trovando una certa mobilità, che comunque non sarà mai quella di un esterno.   Gioca bene come “appoggio” per i compagni, si guadagna un rigore e si vede annullare un gol.  Nel secondo tempo non sfrutta a dovere un contropiede,  ma la sua storia ci insegna che non è quella la sua specialità.

Volpi voto 6 – Quando entra in campo fa girare bene il pallone e quando può prova a verticalizzare.

Adejo s.v.

Cacia s.v.

Iaconi voto 6,5 – Le sue scelte coraggiose pagano.  Cascione  e Costa nei tre centrali, Barillà interno e Morosini a destra.   Ad inizio partita erano in tanti a non condividerle, il risultato ha dato ragione al tecnico. Che poi la squadra abbia iniziato a correre e lottare come la serie B richiede è un altro merito che gli va dato.

p.d.m.