Home / sport strill it archivio / Serie B sport / Reggina-Frosinone, le pagelle di Strill.it

Reggina-Frosinone, le pagelle di Strill.it

CASSANO voto 4,5 – Presentato in pompa magna, si è rivelato in quest’inizio di stagione un portiere pessimo nelle uscite e bravino tra i pali. Oggi, oltre ad aver fatto paura tutte le volte che si è allontanato dalla linea di porta, ha praticamente regalato il gol del 2-0 a Basha respingendo centralmente un pallone. Ha dimostrato di essere un ottimo portiere, si attende che inizi a farlo a Reggio.

LANZARO voto 5 – Lascia in dieci la squadra, in quel frangente sarebbe stato probabilmente meglio far andar via il giocatore che lo aveva saltato di netto, piuttosto che chiudere la partita per i padroni di casa.

VALDEZ voto 5,5 – Non si salva neanche lui nell’ennesima giornata negativa di questa Reggina.

SANTOS voto 4,5 – Consegna la partita al Frosinone con un errore non da lui, dopo aver dimostrato di esser il giocatore che può far ritrovare l’equilibrio alla difesa. Si deve ripartire da lui.

RIZZATO voto 5 – Spesso in ritardo quando si tratta di sovrapporsi, migliora in fase difensiva, ma rimane comunque poca cosa.

BUSCE’ voto 5 – Ennesima prestazione anonima, la sua età non aiuta a sperare in un miglioramento delle sue prestazioni.

CARMONA voto 6 – Corre per lui e per Volpi, non chiedetegli di essere lucido quando si tratta di impostare.

VOLPI voto 5 – Come per Buscè c’erano perplessità sul rendimento di un giocatore avanti con gli anni, le sue prestazioni hanno certo contribuito a fugarli. La classe per reagire non gli manca, ma la realtà per ora è questa.

PAGANO voto 5 – Dà l’idea di poter essere il vero Pagano solo a sprazzi nel primo tempo, nel secondo tempo torna quello fumoso in “versione Reggina”.

CACIA voto 5.5 – Corre tanto, però tanto e troppe volte lo fa a vuoto.

BONAZZOLI voto 5 – Il centravanti di una squadra che vuole andare in serie A non può sbagliare certi gol. Il suo lavoro, seppur ottimo, avviene principalmente lontano dalla porta.

MISSIROLI voto 6 – Il suo unico torto è quello di essere l’uomo più in forma della squadra e di restare in panchina, non certo per sua volontà.

COSTA s.v.

VIOLA s.v.

 

NOVELLINO voto 4,5 – Colpevolizzare il tecnico è la strada più semplice, ma non per forza que lla più giusta. Le sue squadre non hanno mai fatto bel gioco, lo si sapeva fin dall’inizio. Tuttavia, il suo lavoro non sta pagando, la squadra corre meno degli avversari, qualche suo uomo di fiducia si sta rivelando un flop. Sei punti in sei partite e il quintultimo posto sono un fallimento. Gli errori da dilettanti dei suoi difensori e l’assenza di Brienza non lo aiutano.

p.d.m.