Home / sport strill it archivio / Serie B sport / Reggina, Cascione: “Occhio a Caridi e Nassi”

Reggina, Cascione: “Occhio a Caridi e Nassi”

E’ una delle sorprese di questo inizio di stagione, Emmanuel Cascione. Da giocatore considerato di troppo a impotante jolly per Novellino, è questa la parabola della sua terza stagione in amaranto.

“Ero in procinto di andar via, ma sono rimasto volentieri, così come ho accettato di buon grado questa nuova posizione da difensore centrale. Devo ancora migliorare molto, però posso dire di trovarmi molto bene. E’ un ruolo che a Reggio ha fatto anche mio padre e anche lui veniva da più avanti. Per me non ci sono problemi nè a fare il centrocampista, nè il difensore. I miei migliori campionati li ho fatti giocati da mediano nel 4-4-2”.

Una rosa ampia, quella degli amaranto, che spesso porterà tanti ad accomodarsi in panchina: “Più che giocare. mi interessa che alla fine si possa centrare l’obiettivo della promozione. Da parte mia c’è solo il dovere di impegnarmi al massimo per meritarmi il posto in squadra già a partire dalla gara contro il Mantova. Giocheremo in un campo difficile, devono ancora vincere la prima partita e giocare contro una squadra forte come siamo noi li spingerà a dare qualcosa in più. Davanti hanno due buoni giocatori come Caridi e Nassi per i quali avremo un occhio di riguardo, ma per conquistare i tre punti si deve fare un lavoro di gruppo oltre che avere il giusto approccio”.

Lì dove ci si aspettava di vedere Reggina o Torino, adesso c’è il Frosinone, una sorpresa per tutti ma non per Cascione: “Io credo siano stati sottovalutati, sono una buona squadra con uomini all’altezza del campionato cadetto. Ho visto un’ottima squadra che gioca molto bene in velocità, bisognerà vedere quanto durerà. Siamo in ritardo perchè dopo aver vinto a Cesena, abbiamo affrontato una delle migliori squadre di tutto il campionato ovvero il Padova, rimediando un pareggio pur non giocando una gara al massimo delle nostre potenzialità, tutt’altro e nel secondo tempo si è giocato ad una porta. Sono passate solo due partite, ci sarà tempo per fare i nostri primi bilanci”.