Home / sport strill it archivio / Calciomercato / Foti tratta Sestu: “Reggio piazza caldissima”

Foti tratta Sestu: “Reggio piazza caldissima”

La Reggina ha individuato il sostituto di Luca Vigiani in Alessio Sestu, classe ’83, attualmente in comproprietà fra Treviso ed Avellino. Esterno di centrocampo, destro naturale ma capace di giocare su entrambe le fasce, è tecnicamente molto dotato. Il 24enne romano è reduce da alcune brillanti stagioni con le maglie di Mantova, Salernitana ed Avellino.

L’incastro potrebbe concludersi a breve: La Reggina cede Vigiani al Parma e lo sostituisce con Sestu, dando al Treviso Joelson più conguaglio. Cosa manca per la fumata bianca? Treviso ed Avellino sembravano vicinissime all’accordo per risolvere la comproprietà in favore del club veneto, tant’è che l’esterno aveva anche lasciato il ritiro degli irpini. Si registra una leggera frenata, in ogni caso Reggina e Treviso hanno già raggiunto un accordo di massima.

Alessio Sestu ha gentilmente rilasciato alcune dichiarazioni a Strill.it, ammettendo l’esistenza della trattativa: “Ci sono stati dei contatti, ma la situazione è complessa. Sono in comproprietà tra Treviso e Avellino, i veneti dovrebbero riscattare in queste ore l’altra metà del cartellino. Doveva esserci un incontro stamattina ma è saltato, non vorrei che ci fossero dei problemi”.

“Se mi riscatta il Treviso – prosegue Sestu – ci sono possibilità che dopo pochi minuti venga ceduto alla Reggina. E’ un’occasione che non voglio farmi sfuggire. Spero che nei prossimi giorni venga fuori qualcosa di positivo. Sono stato avvertito circa tre settimane fa dal mio agente dei contatti con la Reggina. Reggio è una piazza caldissima, con un tifo stupendo che incute timore agli avversari”.

Considerato che nell’ultima stagione, nell’Avellino, è stato spesso utilizzato a sinistra, era doveroso un chiarimento sul ruolo, dato che la Reggina lo sta trattando per sostituire Vigiani: “Il mio ruolo è quello di esterno destro alto, ma ho giocato anche sulla fascia opposta. quando parto a sinistra preferisco rientrare, essendo un destro naturale”.

Paolo Ficara