Home / sport strill it archivio / Calciomercato / Brienza bussa a denari, ma per la Reggina è incedibile

Brienza bussa a denari, ma per la Reggina è incedibile

L’alto ingaggio concesso a Bernardo Corradi può riservare un effetto boomerang per la Reggina. Il presidente Foti ha fornito a Orlandi il centravanti di esperienza e categoria che ci si aspettava, ma adesso c’è Franco Brienza che pretende uguale trattamento per quanto riguarda il suo ingaggio.

 

Il fantasista ha ribadito le proprie richieste, già espresse nel maggio scorso, direttamente a Foti due giorni fa a Brusson. Il presidente gli ha negato l’aumento con fermezza. La patata, per il momento, non è bollente ma tiepida.

 

Dato che si stava diffondendo la voce di una rottura insanabile tra Brienza e la Reggina, Strill.it ha ritenuto opportuno chiedere delucidazioni al manager dell’ex palermitano, Lino Perrelli: “Auspico un dialogo con la Reggina, sarebbe un fatto positivo per entrambe le parti. Il calciatore è meritevole di attenzione. Non si può certo parlare di rottura insanabile, ma se il presidente continua a mantenere posizioni rigide, per noi ci sono altre soluzioni”.

 

Considerato che il cartellino di Brienza è di proprietà della Reggina, che lo ha blindato con un contratto fino al 2011, la posizione della società è quella che conta di più. Nelle ultime settimane, le richieste di Parma e Bologna per il fantasista sono state rispedite al mittente. “E’ incedibile”, ha risposto Foti alle due compagini emiliane.

 

Legittima la richiesta di Brienza di un adeguamento contrattuale, in virtù delle brillanti prestazioni fornite in maglia amaranto, oltre che dello stipendio concesso all’ultimo nuovo arrivato. Più che legittima la volontà della Reggina di trattenere il calciatore, senza mettersi a rinnovare contratti stipulati poco tempo fa. È auspicabile che ci si incontri a metà strada, ma al momento la situazione è la stessa di un mese fa: Brienza, seppur non contentissimo, resta alla Reggina.

 

Paolo Ficara