Home / sport strill it archivio / Calciomercato / La grinta di Ferrara trascina la Viola (86-82)

La grinta di Ferrara trascina la Viola (86-82)

Per un attimo  è sembrato di rivivere la stessa situazione patita dalla Viola contro Reggio Emilia nel corso dello scorso campionato. Viola avanti di tre a una manciata di secondi dalla conclusione e Capin pronto a chiudere la partita dalla lunetta,0/2 dello sloveno e rimonta fino al raggiungimento degli overtime da parte degli emiliani trascinati da Angelo Gigli. Gli uomini di De Raffaele subirono gli avversari nel supplementare e cedettero di molti punti. Invece quest'anno,il finale è cambiato,Bunn fa 0/2 dalla "linea della carità" Colson impatta la situazione e la Viola si impone ai supplementari nonostante l'inerzia sembrasse passata nelle mani di Novara. Gli uomini di coach Moretti fanno loro una partita che aveva il sapore dello scontro diretto e si lasciano alle spalle la preventivabile sconfitta di Rieti ottenendo due punti che la rilanciano verso il centro della classifica.  La compagine dello Stretto,orfana di Rugolo e di Sy(probabilmente non un'assenza molto rimpianta)ai nastri di partenza schierava il neoacquisto serbo Mladjan autore di una buona prestazione suggellata  da due triple segnate su cinque tentativi dalla lunga. Per Moretti ci sarà ancora da lavorare su di lui,ma la materia prima è di assoluto valore.  A fare la differenza però non è stato come al solito Bunn,ma il protagonista che non ti aspetti:Maurizio Ferrara. L'ex irpino ha sommato alla sua solita verve difensiva un'ottima prestazione offensiva corredata da grande determinazione e da una serie di penetrazioni che lo hanno portato a realizzare 15  punti in quasi 30 minuti di utilizzo,facendo passare in secondo piano la non esaltante prestazione del collega di ruolo Maestranzi,caricato presto di troppi falli. Il top scorer neroarancio è sempre Bunn(19pt),ma nell'economia del match sono risultate importanti i contributi di Williams(18pt) finalmente e apparentemente ritrovato e di German Sciutto(15pt),anche se la sua prova è risultata un pò inficiata dalle deficitarie percentuali nei tiri liberi. A completare il quadro le 8 segnature di Soloperto,i 4  punti di Lestini e i 6 di Mladjan. Lo spauracchio piemontese è stato Sean Colson (28 pt)che si è rivelato lo stakanovista del match,sempre presente in campo per 45 primi,. Probabilmente proprio  la poca rotazione dei giocatori di Melillo ha fatto si che i suoi abbiano avuto delle percentuali basse nel supplementare, che ha premiato la maggiore lucidità della Viola,che di certo,data l'assenza di Rugolo,non poteva contare su una panchina molto più lunga. Da segnalare sul piano statistico  5 palle recuperate da Ferrara e i 12 rimbalzi di Bunn(ennessima doppia doppia stagionale) a coronamento di una vittoria in una partita mediocre che  permette alla squadra reggina di raggiungere Montecatini a quota 10 in classifica nonostante la pessima giornata dalla lunettta(17/29). A poco sono valse le ottime prestazioni realizzative di Aguilar (22) e Payne (15).