Home / sport strill it archivio / Calcio / Calcio: Pro Reggina, si inizia a fare sul serio

Calcio: Pro Reggina, si inizia a fare sul serio

di Ernesto Branca – Angeli in giro non se ne vedono, e non sembra nemmeno di camminare sulle nuvole eppure ti trovi in casa Pro Reggina e ti accorgi di sentirti in paradiso, dentro un

sogno che si è materializzato al PaladiVittorio di Terni e da cui le ragazze non vogliono proprio svegliarsi, volendo vivere in maniera totale e coinvolgente questa fantastica dimensione. Sono le semifinali scudetto signori, e la Pro Reggina ci arriva da protagonista dopo aver sbaragliato le difese della squadra leader del girone A, quel Preci che mai in stagione aveva subito una cosi scottante debacle interna, e che mai era rimasta all’asciutto sul campo amico dove, fino ad ora, solo le ragazze del Montesilvano erano riuscite a portare via i tre punti. Una qualificazione meritata quindi, che proietta le reggine di mister Tramontana nel penultimo atto di questi Playoff, dove se la vedranno con le milanesi della Kick-Off, formazione molto ostica che nei quarti di finale ha asfaltato la Lazio, capoclassifica del raggruppamento centro-sud della Serie A. Le ragazze di mister Russo stanno vivendo una stagione davvero esaltante, iniziata con la conquista della Coppa Italia in quel di Pesaro e continuata con questa qualificazione davvero perentoria, e nel risultato e nel gioco mostrato al cospetto di una formazione, quella capitolina, partita per vincere lo scudetto. Dal canto suo la stagione della Pro Reggina non è da meno, infatti dopo la sfortunata eliminazione subita ai calci di rigore contro il Preci in Coppa Italia, le reggine hanno inanellato una serie di risultati straordinari culminati con questa doppia sfida davvero molto esaltante contro le umbro-capitoline di Da Roit, che ha sancito in maniera netta e definitiva la forza della compagine calabrese. A certificare questo cambio di mentalità nella testa delle giocatrici amaranto ci pensano Romeo e Violi, due pilastri di questa formazione: Romeo:”E’ un sogno essere riuscite a raggiungere un traguardo così prestigioso come la semifinale, un risultato che ci ripaga di tutti i sacrifici che noi, insieme al mister, abbiamo dovuto affrontare in questo lungo anno agonistico. Tuttavia non siamo sazie, l’appetito vien mangiando e non mi sembra corretto alzarci da tavola proprio ora che hanno iniziato a servirci i piatti più gustosi!”. Violi:”Il traguardo che abbiamo tagliato ha dell’impensabile se solo riportiamo il pensiero ad inizio anno, quando il nostro primo obiettivo era la salvezza. Poi piano piano abbiamo capito la nostra forza, abbiamo creduto in noi stesse e alla fine siamo riuscite a regalarci prima la partecipazione alle Final Eight di Coppa Italia, e poi questa semifinale fantastica. Adesso non dobbiamo fermarci, vogliamo andare avanti e vivere fino in fondo questa cavalcata elettrizzante”. Il morale è alto in casa amaranto, l’approdo in semifinale ha fatto svanire tutte le tossine che la squadra aveva accumulato a causa del travagliato viaggio in Umbria, e adesso, recuperati tutti gli effettivi, la squadra del Presidente Cappellaccio è pronta a partire alla volta di Milano per cercare di conquistare un risultato positivo da difendere, poi, tra le mura amiche del PalaBotteghelle, imbattuto in regular season e violato solo dal Preci in gara1 dei quarti Playoff. Non resta più margine di errore, si cammina ormai sul filo del rasoio, ogni disattenzione può essere pagata a caro prezzo, siamo in semifinale ragazze, continuate a farci sognare.