Home / sport strill it archivio / Altro Calcio / Calcio, L.Pro: il Catanzaro già vincente a tavolino, oggi occhi su Cosenza e Vigor Lamezia

Calcio, L.Pro: il Catanzaro già vincente a tavolino, oggi occhi su Cosenza e Vigor Lamezia

legapro_pallone
L’esclusione dal campionato della Nocerina regala al Catanzaro un 3-0 a tavolino, ma soprattutto la seconda settimana consecutiva di astinenza da

campionato, dato che potrebbe esser servito a ricaricare le pile dopo un periodo di torneo vissuto in maniera non esaltante.
Il focus della Calabrie del calcio si sposta perciò sulla Seconda Divisione.
A Cosenza la situazione non è brillante, ma non assolutamente ancora preoccupante. I lupi sembrano aver smaltito lo smalto dei tempi migliori dell’annata in corsa, dato che sono già cinque i punti in meno rispetto al cammino da capolista avuto nel girone d’andata.
Cappellacci ha studiato possibili nuove soluzioni tattiche e potrebbe proporle già questo pomeriggio contro il Melfi.
Inevitabile che i rossoblù varchino i confini regionali con l’obiettivo di ritrovare i punti che permetterebbero di continuare a cullare sogni di vittoria del torneo.
Gli avversari sono guidati da una figura esperta come Leonardo Bitetto che sta sapientemente conducendo un gruppo di giovani che però non riesce a trarre quasi mai il massimo dalle gare casalinge
I tre punti sono un obiettivo, nella 24^ giornata del campionato, per la Vigor Lamezia. Del gol di Zampaglione, fortuito e quasi storico per le modalità con cui è arrivato, ne ha parlato un pò tutta Italia, ma solo in casa vigorina si conosce quanto sia stato utile per farsi trovare nuovamente puntuali all’appuntamento con la vittoria.
I biancoverdi affrontano il fanalino di coda e per restare tra le prime otto non possono che far bottino pieno. Gli avversari arriveranno con grossi problemi a centrocampo viste le defezioni dei due Cagliagli, Fiordiani e Santini.  Out anche Malatesta in attacco.
Novelli, invece, deve fare a meno degli squalificati Strumbo e Rapisarda.
Occorrerà fornire  anche una prova convincente per dimostrare che, in casa del Tuttocuoio, i tre punti non sono arrivati soltanto per buona sorte.