Home / sport strill it archivio / Altro Calcio / Calcio, Lega Pro II: Cosenza, Calderini segna e promette di restare

Calcio, Lega Pro II: Cosenza, Calderini segna e promette di restare

Il tempo lo hanno inventato gli uomini, e che se ne dica, per far gol, basta una frazione di secondo: la palla varca la linea, si deposita in rete, e il gioco è fatto. A dirla così sembra facile, la storia

dovrebbe ripetersi per novanta minuti, a raffica. Il calcio, però, è fatto di schemi e altre decine di migliaia di componenti non scritte. E così, se un attaccante entra e dopo un quarto d’ora fa gol, l’evento testimonia la validità dello stesso effettivo.
La premessa è lo squisito obbligo da cui poi si dipana tutto il resto: protagonista assoluto Elio Calderini, attaccante in forza al Cosenza, che ieri ha sugellato la sua prestazione con un gol molto importante per i suoi.
Al fischio di inizio, mister Cappellacci gli preferisce Napolano. Ma quando al ventunesimo minuto della ripresa entra in campo, si fa bastare quindici giri di lancetta per fare quello che gli attaccanti hanno nelle corde: segnare.
Progressione di Mosciaro, che semina il panico, alleggerimento in mezzo dove l’ex Aprilia è puntuale e preciso nel far secco Pane, portiere dell’Ischia.
È un gol che vale molto, nonostante poi i campani riusciranno a trovare il pareggio, che non preclude ai lupi di mantenere il primato, complice lo scivolone del Teramo sul campo dell’Arzanese.
E quello di ieri è un gol che, almeno momentaneamente, scaccia anche via le voci di un suo possibile addio nel prossimo mercato di riparazione. Ai cronisti che gli chiedono del suo futuro, infatti, risponde deciso che c’è un biennale da rispettare. A suon di gol.