Home / sport strill it archivio / Altro Calcio / Lega Pro II, Cosenza: ritrovare compattezza, parte l’operazione Gavorrano

Lega Pro II, Cosenza: ritrovare compattezza, parte l’operazione Gavorrano

“Sembrava di essere a inizio campionato, quando ancora non avevamo una nostra identità di squadra”. A dirlo è Cappellacci, tecnico del Cosenza, a margine dell’incontro tra i suoi Lupi e il

Cheti, terminato zero a zero, ma con una prestazione sottotono dei suoi.
Si fa fatica a inquadrare, nell’economia di questo avvio, il risultato di sabato. La prestazione scialba è fisiologica, ma quello che non deve ripetersi è l’atteggiamento quasi rinunciatario di una squadra votata a qualche illuminazione personale, piuttosto che al sacrificio collettivo.
E dalle parole del mister questo traspare anche.
Di certo l’obiettivo del Cosenza, costruito per far bene, arrivati a questo punto, non può essere restare tra le prime nove. Sarebbe un passo indietro sul piano delle aspettative create, e avrebbe ricadimenti non solo sul morale di una piazza che ha ripreso a sognare, ma anche e soprattutto sui calciatori.
Ed è su questo che Cappellacci dovrà lavorare questa settimana.
Il secondo posto non è una crocifissione, anzi. Ci mancherebbe. C’è solo un punto di distacco dal Teramo, adesso capolista, ma ben cinque sulla terza, il Tuttocuoio.
Adesso bisogna fare gruppo e non scivolare su piccole incertezze che non avrebbero senso di esistere. Parte l’operazione Gavorrano. Toscani penultimi e senza vittoria dalla terza giornata. È l’occasione di riprendere a correre.