Home / sport strill it archivio / Altro Calcio / Lega Pro2, cambi di modulo e successi: il trionfo di Bigoni e del Cosenza

Lega Pro2, cambi di modulo e successi: il trionfo di Bigoni e del Cosenza

La fortuna di una squadra sta nel trovare risorse complementari per poter far fronte alle difficoltà. La fortuna di un calciatore, invece, è quella di sapersi adattare alle situazioni, cambiando i propri orizzonti anche in corso d’opera. Il Cosenza ha trovato la sua fortuna in Marco Bigoni; Marco Bigoni, invece, l’ha trovata nel sapersi adattare al ruolo di centrocampista. E i risultati sembrano soddisfacenti.
Andiamo per ordine. Dopo l’infortunio di Castagnetti, Cappellacci deve studiare soluzioni alternative. Snaturare il 4-3-3, o trovare nello spogliatoio energie rinnovabili? La seconda opzione è quella vincente. Sicuramente mancheranno i piedi da architetto, probabilmente anche l’invettiva del metodista. Ma al difensore di Civitanova Marche non mancano, di certo, fosforo, lucidità nel saper scegliere la via migliore, corsa. Tutte qualità che, in Seconda Divisione, servono come pane. Specie per chi, fino a poco tempo fa, di mestiere faceva il terzino. Dopo quattro anni di Serie D spalmati tra il Tolentino e il Venezia, arriva il tanto atteso passaggio ai professionisti. A credere nelle qualità del classe ’90 (35 presenze e 2 gol l’anno prima in laguna) è il Chieti, che lo mette sotto contratto per la stagione 2010-2011. Qui l’exploit, visto che nel ruolo di esterno destro basso, salta praticamente pochissime partite. Poi, il 12 agosto di quest’anno, l’ufficializzazione del passaggio al Cosenza. E il cambio di modulo che risulterà vincente. Per lui e per il Cosenza, capolista solitaria.