Home / sport strill it archivio / Altro Calcio / Calcio, Cosenza: ieri il ritorno al gol di Mosciaro

Calcio, Cosenza: ieri il ritorno al gol di Mosciaro

C’è un risvolto assolutamente positivo che affiora in maniera sublime dalle pagine della sfida che, ieri sera, ha messo di fronte Cosenza e Foggia. Corre

il minuto sette: Narciso e D’Angelo, rispettivamente portiere e difensore della compagine pugliese, pasticciano, consegnando sui piedi di un attaccante avversario il pallone del momentaneo vantaggio. Quell’attaccante risponde al nome di Manolo Mosciaro, 75 chili di bomber spalmati in 185 centimetri di altezza. Per lui, cosentino di origine certificata, non è un gol come tutti gli altri. Si tratta, infatti, del primo in questo campionato. Il più atteso, il più desiderato. Anche dai tifosi. Faceva strano quel trattino alla voce gol segnati, chiamato a sostituire uno zero irriguardevole per uno dei migliori attaccanti in Lega Pro. Tutti sapevano quanto fosse solo questione di giorni. E il risveglio è arrivato. Mosciaro non era appagato dai 27 gol della passata stagione, o dai 18 di quella prima. Niente affatto. Non era nemmeno problema di categoria, visto che in Seconda Divisione l’attaccante classe ’85 aveva realizzato sedici centri in una stagione sola (Catanzaro 2009-2010). Ora bisogna attendere quella continuità mancata in avvio. Ma il gol è il nos degli attaccanti: e Mosciaro il giusto bolide per un Cosenza che vuole sognare ancora.