Home / sport strill it archivio / Altro Calcio / Calcio: verso Aversa-Cosenza, Cappellacci studia soluzioni alternative

Calcio: verso Aversa-Cosenza, Cappellacci studia soluzioni alternative

Necessità e virtù sono due specchi che riflettono da sempre la stessa immagine. Cappellacci, tecnico del Cosenza, lo sa. E quindi bisogna correre ai ripari,

perché l’antivigilia della sfida contro l’Aversa è la fuga dallo scrigno di parecchi fantasmi legati alle non perfette condizioni di tanti effettivi. A Calderini squalificato, infatti, si aggiungono i dubbi riguardanti Mosciaro, Giordano e Alessandro. Come correrà ai ripari il tecnico, allora? Soluzioni provate e soluzioni possibili coincidono, perché nella testa Cappellacci ha già una sua idea, che ha ovviamente nascosto nella partita giocata ieri contro la Berretti. Il modulo sarà, probabilmente, il 4-2-3-1. Resta da capire quali saranno i titolari. Frattali in porta, amen; Blondett e Guidi centrali di difesa, amen anche qui; Castagnetti e Meduri a fungere da filtro tra la difesa e la trequarti, pochi interrogativi anche in questo caso. E poi? Poi di certo c’è poco, davvero poco. Cappellacci ha, infatti, provato Bigoni, solitamente terzino, nell’insolita posizione di ala tornante, capace di coprire uno spazio anche a ridosso degli attaccanti. Forse è stata una mossa atta a mascherare qualcosa, perché probabilmente l’ex Chieti agirà in quello che è il suo ruolo naturale. Se Mosciaro non dovesse recuperare, in attacco, come unico terminale, giocherà il giovane Pollina, e in trequarti spazio dunque a Napolano, De Angelis e Criaco.