Home / sport strill it archivio / Altro Calcio / Calcio, Eccellenza: non basta Savino al Gallico-Catona, pari di rigore contro il Castrovillari

Calcio, Eccellenza: non basta Savino al Gallico-Catona, pari di rigore contro il Castrovillari

Gallico- Catona   1   –  Castrovillari   1                                                      5 Giornata Eccellenza

Marcatori : all’ 86 Savino , all’ 88 La Canna ( rig.) 

Gallico- Catona:  Barillà O. 8, Calarco 7,5, La Cava 7,5, Marra 7,5, Giov. Marcianò 7,5, Aguglia 8, Musarella 7,

Aquilino 7(al 67 Libri s.v.), Zappia  7 (al 73 Fornello P.s.v.), Cormaci 7 (al 64 Savino 7) , Penna 7. All.

Casciano     

Castrovillarii: Barillaro 5, Storino 6,5 (al 65 Raiola), Lombardi 6, Ferraro 7, Donato 7, Bertini 7, Uva 7 ( al 69

La Barbera ) , Garye 7, Opoku 7, La Canna 7, Cartieri 7 ( al 73 Bracovo). All. De Rose          

Arbitro- Pennino di Palermo 6 ( assistenti  Olivadoti di Lamezia Terme e Guarnieri di Catanzaro)  

Gallico-

Ci vuole  “ fair play”. Si disquisisce sulla concessione  o meno di un penalty a una manciata di secondi dal

novantesimo.  Un fallo di mano  di Giovannino Marcianò ai più non apparso ma per Pennino è rigore che

trasforma impeccabilmente il talentuso La Canna, ex Reggina, e fa pari in un bella sfida fra il “ maturo”

Gallico – Catona e il blasonato e robusto Castrovillari .

I ragazzi di Casciano già pregustavano il terzo successo consecutivo , in vantaggio a quattro minuti dal

termine con il neo entrato Nello Savino che con un tiro- cross ha ipnotizzato letteralmente l’incerto

Barillaro che non è riuscito a trattenere il cuoio che è sbattuto sul proprio petto e si è infilato in porta.

Un vero e proprio autentico “ infortunio”.

Dice a fine gare Pasquale Casciano : mi ha favorevolmente  impressionato il Castrovillari, ma noi abbiamo

offerto una grande prova di carattere e affidabilità.

Gallico- Catona senza l’infortunato Leo Gatto, l’ispiratore del gioco, ma che ha sopperito a tale grave

assenza con copertura degli spazi , dinamicità nel raddoppiare sul pericolosissimo tre quartista La Canna,

una trincea granitica con i superbi Gianni Marcianò e un Oreste Aguglia decisamente di categoria superiore.

Meno appariscente delle altre volte Daniele Zappia e lo stesso Cormaci a cui l’assenza forzata del forse

indispensabile Leo Gatto ha nociuto più del previsto.

Peppe Aquilino sino a quando lo ha retto la condizione si è fatto valere per esperienza e buona tecnica, ma

non è cosa semplice rimpiazzare Leo  Gatto nello scacchiere del neo nato comprensorio.

Maturità, applicazione, chiusura degli spazi, sofferenza e forza nel ripartire le gesta di un Gallico Catona

esemplare nell’interpretazione tattica disegnata da Pasquale Casciano, bravo anche nei cambi. Nello Savino

ha dato profondità, ha “risposto” alla grande alla chiamata dalla panchina. Pasquale Fornello troverà anche

lui spazio.

Il “ fuori quota” Orazio Barillà ormai è una conferma , ha salvato il risultato con una splendida parata di

piede su una “ incornata “ di Uva. Sta nei pali come un veterano. Complimenti al preparatore dei portieri

Ciccio Poner. Splendida la condizione atletica della squadra, ripaga il lavoro di Brancati.

Musarella gioca meglio in fase difensiva, che ad offendere. Andrea Penna è inesauribile e l’incontrista che

la compagine cercava.  Ha circuito le giocate di La Canna. Andrea La Cava è un altro “ fuori quota” che si fa

valere per padronanza tecnica e prestanza atletica, le sue sortite offensive sono pericolose. Peppe Calarco è

gran tempista, non è stato facile contrastare uno come  Opohu e lo stesso La Barbera e Bracovo.

Più possesso palla del Castovillari nella fase iniziale della gara, ma non è riuscito a finalizzare grazie

all’ermeticità del Gallico- Catona.

I due scacchieri si sono affrontate a viso aperto, con estrema correttezza. Due ottime compagini. Una bella

disputa , belle giocate su ambo i fronti anche se i portieri non hanno fatto gli straordinari.

Pesa l’errore di Barillaro per il Castrovillari, il Catona rimpiange di essersi lasciato sfuggire il successo dagli

undici metri , ma forse è giusto così.

Terzo risultato utile consecutivo per il Gallico- Catona, quarto in graduatoria, riprende la marcia il

Castrovillari di De Rose.

Giuseppe Calabrò