Home / sport strill it archivio / Altro Calcio / Calcio, Eccellenza – Catona, il punto con Nello Violante

Calcio, Eccellenza – Catona, il punto con Nello Violante

Entro il 20 giugno incombono le scadenze. Il Catona Calcio è ad un “ bivio” epocale. Dopo lo “storico”

(settimo posto) piazzamento nell’ olimpo del calcio dilettantistico calabrese (leggi Eccellenza) la giovane
società fra indifferenza ed apatia ( nessuno sino ad oggi ha accolto l’accorato appello di adesione di nuovi
soci ) è costretta suo malgrado, troppo oneroso per l’attuale dirigenza il peso economico in Eccellenza, ad
abdicare e tentare di cedere il titolo.
Dice il “ patron” Nello Violante : sono rammaricato o per meglio dire mortificato, nessuno degli operatori
economici di Catona ci ha sostenuto fattivamente, bastava poco, ma il nostro messaggio è stato vano.
Perché? Ero disposto anche a farmi da parte per il bene collettivo, per i tanti sacrifici che abbiamo
sopportato in oggettive carenze strutturali ( il “ Reitano” va ammodernato con il sintetico e tribuna
coperta).
Presidente Violante quindi si rischia di chiudere definitivamente?  Al momento è l’ipotesi più certa
purtroppo. C’ da “ ripianare” una situazione debitoria che non possiamo colmare da soli.
Fusione o comprensorio , continua Violante, sono strade irte, ci sono filosofie di pensiero che vanno limate
e messe insieme e non è facile.
Nel nostro comprensorio che è l’ ottava circoscrizione abbiamo oltre al Catona altre tre compagini di
seconda categoria ( Villa san Giuseppe, Rosalì, Salice) ma è difficile , sostiene sempre Violante, unire e
aggregare in maniera repentina. Forse un domani….
La Lega dilettanti rischia nella prossima stagione la “ paralisi” in campionati importanti come l’ Eccellenza e
la Promozione. Bisogna , continua Violante, fissare dei “ paletti” salariali, abbassare i costi di gestione,
puntare sui settori giovanili. Non è solo il Catona ad “ ansimare” molte compagini rischiano di non iscriversi
l’ anno venturo. Bisogna trovare la soluzione , il calcio dilettantistico così come non va, nuove regole
urgono.
Trattative pe la cessione del titolo. Non si è fatto nulla con Bianco e Villese, ben avviata la trattativa con la
Gallicese, ma ancora si è vaghi e non ci sono garanzie. Abbiamo purtroppo anche ristrettezze temporali.
Ci potrebbe essere anche un interessamento della Rosaanese.
Se non si dovesse cedere il titolo ? Che fare? Il Catona si iscrive al prossimo campionato di Eccellenza ?
Sorride Violante : noi abbiamo una situazione debitoria importante che intendiamo corrispondere ( per
questo la cessione del titolo) , se non si riesce a cedere il nostro titolo, ci penseremo, ma è difficile
ipotizzare al momento un futuro calcistico di questa società.
Chissà che non si trovi qualche “ alchimia”, che Catona si risvegli e guardi con amore alla sua “ creatura”.
Chissà…. Non disperdiamo quello che di poco buono abbiamo !

Giuseppe Calabrò