Home / sport strill it archivio / Altro Calcio / Calcio femminile: le Lady Modena alla finale provinciale

Calcio femminile: le Lady Modena alla finale provinciale

Ci si giocava tutto domenica 21 aprile in quel di “Via Pio XI” dove, le padrone di casa del Lady Modena C5 , affrontavano la diretta rivale La

Fenice Lazzarese , incontro valevole per la semifinale di play-off Csi provinciale e conclusosi con il successo delle verdi reggine.
Le due squadre arrivavano alla semifinale grazie alle vittorie della settimana scorsa e rispettivamente Lazzarese contro la compagine dello Scilla con il punteggio di 5-3 e Lady Modena che s’impose sulla Nostra Valle Condofuri per 5-1, quindi incontro che sulla carta pare abbastanza equilibrato , con le due rose che si equivalgono nei loro componenti e sarà proprio così….

Al fischio d’inizio del sign. Postorino, da notare è la folta presenza di appassionati  che, tra tifo e passione per il calcio, sono giunti oggi, un bellissimo segnale per questo sport che spesso vede, anche in campi minori, il verificarsi di brutti gesti e scontri che rischiano di rovinare quel che di buono si cerca di ricavare durante il lavoro dai protagonisti sul rettangolo da gioco.

Dai primi minuti è l’equilibrio a fare da padrone in campo, la squadra di mister Zumbo ci mette comunque poco a rendersi pericolo sa sotto porta avversaria, ma prima Cicciù che clamorosamente cicca un facile appoggio sotto porta e poi Iero con una precisa , ma debole conclusione dalla distanza , non riescono a sbloccare il risultato. A segnale che la Lazzarese è molto presente in campo è l’occasione poco dopo creata, ripartenza sulla destra con conclusione che si stampa sul palo alla destra della porta difesa da Ielo.
Ma il momento di sofferenza dura poco per il Modena, ci pensa Borruto che appena entrata in campo conclude in rete sugli sviluppi di una rimessa laterale, battuta di Gangemi e la “n.3” con una secca puntata mette alle spalle del portiere avversario per l’1-0, sicuramente era qualcosa provato durante gli allenamenti. Poco dopo un’altra occasione per le padrone di casa, è sempre Borruto che si rende protagonista , ma stavolta pecca di egoismo durante un contropiede in superiorità numerica cercando la conclusione in maniere maldestra che s’infrange alta sulla traversa. Prima frazione che continua su ritmi abbastanza alti e tema del gioco che non cambia, Lady Modena e Lazzarese ben messe in campo, ma sono le padrone di casa a sembrare più organizzate e soprattutto più ciniche riuscendo ad andare negli spogliatoi, alla fine dei primi 25’min, in vantaggio.

Seconda frazione che vede la Lazzarese alzare un po il baricentro e la pressione già dalle prime battute riuscendo nell’intento di bloccare le fonti di gioco della squadra di Zumbo, ma poche saranno le occasioni pericolose che l’organizzata e preparata fase difensiva del Modena riuscirà a concedere.
Ielo si segnala con due buoni interventi dalla lunga distanza, è brava sul primo tiro a smanacciare alto sulla traversa, altrettanto tranquilla, un paio di minuti dopo, in uscita su di un’imbucata avversaria.
Occasioni che non tardano ad arrivare nemmeno per le padrone di casa, da prima capitan De Leo che si fa bloccare all’altezza del dischetto del rigore dopo un’azione personale sulla sinistra, poi sempre con Borruto che dagli sviluppi di un calcio di punizione , dal vertice sinistro dell’area, trova la barriera e per concludere con una mischia creata dal duo Gualtieri K.-De Benedetto che però vede la palla uscire fuori.

Finisce così , dopo un lungo minuto di recupero, con il punteggio di 1-0 per il Lady Modena questo attesissimo match e grande è la gioia al triplice fischio del signor arbitro; un lungo anno di lavoro per capitan De Leo & C. , grandi vittorie e partite sofferte che culminano con il raggiungimento della prima finale provinciale per la loro compagine, in soli due anni di storia. Parole di grande elogio da parte di tutti gli addetti ai lavori e appassionati che, durante la stagione, hanno seguito il percorso della squadra che credevano nelle potenzialità di questa rosa e che speravano nel raggiungimento di qualcosa d’importante.

Ma il “primo” a credere in tutto ciò era Nino Zumbo, il mister ha mandato un ulteriore messaggio, se ancora ce ne fosse, della sua grande attitudine e competenza, è riuscito a dare una fisionomia ad un gruppo che lo raffigura quasi completamente e lo si vede in quelle poche cose che fanno la forza di un vero gruppo, vale a dire sacrificio , lotta , coesione e anche preparazione, ormai è inutile nasconderla perchè questa squadra è messa veramente bene in campo e il merito maggiore è proprio suo. Complimenti da noi anche che , forse grazie anche a lui, ci siamo appassionati a queste ragazze grandiose… bravo Zumbo, brave ragazze !!!!!

Adesso appuntamento con i primi turni di Coppa Calabria Csi e soprattutto con la finale del 18 Maggio presso lo Sporting Club di Bocale alle ore 18.30 contro la compagine del Gioiosa C5.