Home / sport strill it archivio / Altro Calcio / Calcio femminile: la Pro Reggina espugna il PalaRoma

Calcio femminile: la Pro Reggina espugna il PalaRoma

Più forti delle avversità, più forti delle resistenze amministrative, più forti delle difficoltà economiche e, soprattutto, splendide sul terreno di

gioco. La Pro Reggina espunga il PalaRoma di Montesilvano con un perentorio 4-8 che non lascia dubbi sull’andamento del match, sempre in mano alle campionesse d’Italia in carica capaci di annichilire, sul suolo avverso, una coriacea formazione come quella abruzzese. La settimana tribolata dal punto di vista amministrativo non ha inciso per nulla sul morale delle ragazze reggine, presentatesi in riva all’Adriatico decise a compiere la propria missione, ovvero quella di portare a casa gara1 per poi giocarsi il ritorno a Reggio Calabria potendo contare su due risultati su tre. E’andata ancora meglio per le calabresi che sono riuscite a mettere tra loro e le avversarie un gap consistente di 4 reti che, tuttavia, non deve lasciare tranquilli, vista l’ottima vena realizzativa di Pomposelli. Mister Tramontana alla vigilia deve fare a meno di Trovato Mazza, Cannizzaro, Romeo e Imbesi ma si affida all’ormai super collaudato quintetto base che annovera la sicura Cacciola tra i pali, l’insuperabile Violi al centro della difesa, le fantastiche Siclari e Presto ai lati e la preziosa Politi pivot, dall’altro lato coach Salvatore perde solo Benetti per il match con le campionesse d’Italia e si affida dal primo minuto a Ghanfili, Guidotti, D’Incecco, Di Gaetano e Pomposelli. Pronti via e le calabresi sono già in vantaggio con Violi che, sfruttando una leggerezza della retroguardia avversaria, infila Ghanfili dalla distanza. La risposta è affidata a Ciferni che, prima impegna Cacciola con un debole destro da lontano e, poi, non inquadra lo specchio della porta da buona posizione. Sul ribaltamento di fronte Siclari serve sul secondo palo Politi, ma la numero 11 reggina non riesce a farsi trovare preparata all’appuntamento con il pallone. Al 7’ Presto potrebbe raddoppiare su suggerimento di Mezzatesta, ma Ghanfili compie un miracolo respingendo la sfera in prossimità della linea di porta. Passano solo pochi minuti e questa volta l’estremo difensore non può nulla quando la puntata di Presto, dopo aver colpito il palo, carambola sulla propria schiena e finisce la sua corsa in rete, 0-2 e predominio Pro Reggina. Il Montesilvano non fa in tempo a riorganizzarsi che Siclari lo punisce per la terza volta, passano 23 secondi infatti e il genietto calabrese, dopo aver messo a sedere D’Intino, trafigge Ghanfili servendo il tris. Le locali sono in completa balìa delle avversarie, ma piano piano riescono a riprendere quota tornando pericolose dalle parti di Cacciola, ci prova prima Pomposelli in diagonale ma la sfera incoccia il palo, poi da lontano D’Incecco cerca di sorprendere Cacciola ma l’estremo difensore calabrese fa buona guardia. Prima dell’intervallo c’è tempo per il poker delle campionesse d’Italia, è Presto a firmarlo con un preciso destro che si infila all’angolino e manda le squadre negli spogliatoi sul risultato di 0-4. Mister Salvatore, durante la pausa, bacchetta le proprie giocatrici che tornano sul campo di gioco molto più motivate rispetto alla prima frazione di gioco. In tre minuti e mezzo le locali si rifanno sotto concretizzando due marcature con Ciferni e Pomposelli, ma la personalità e la forza della Pro Reggina vengono nuovamente fuori e, in un minuto, prima Violi e poi Siclari firmano le loro doppiette personali ricacciando a distanza di sicurezza le avversarie. La furia delle amaranto non si placa e al 9’ arriva anche la settima marcatura, anche questa volta ad opera di quella straordinaria giocatrice che è Valentina Siclari, incursione in area e destro imprendibile per Ghanfili, 2-7 al PalaRoma. Il Montesilvano dà fuoco alle polveri e cerca di recuperare lo svantaggio in vista del return match di Reggio Calabria, Ciferni coglie la traversa ma D’Incecco è più fortunata e, grazie ad una deviazione di Presto, sigla il 3-7. Politi, tre minuti dopo, mortifica il velleitario tentativo di rimonta delle abruzzesi depositando in rete un perfetto assist di Presto, ma ancora Pomposelli ristabilisce il gap di quattro reti, rendendo meno amara la sconfitta. Finisce in trionfo per la Pro Reggina che si mostra in grandissima forma in vista di questo rush finale:”Abbiamo fatto una gara straordinaria – commenta mister Tramontana – vi avevo anticipato che le ragazze stavano lavorando come matte per questo appuntamento e, oggi, tutti avete visto di cosa sono capaci. Adesso mettiamo subito alle spalle questa vittoria, c’è da pensare al ritorno, una gara ancora più difficile di quella odierna, che nessuno pensi che sia già fatta!”.