Home / sport strill it archivio / Altro Calcio / Calcio, Eccellenza: quinto risultato utile per il Catona

Calcio, Eccellenza: quinto risultato utile per il Catona

di Giuseppe Calabrò – E’ fra le “ pareti domestiche” che il Catona deve edificare il “ mattone” della salvezza. Su cinque incontri ha vinto due volte ( Castrovillari e Soverato) , perso contro il Rende e pareggiato due volte.

Sempre al “ Santoro” ha realizzato sei reti e ne ha subite ben cinque.

In trasferta su sei incontri si è fatto un solo “ colpo gobbo” a Brancaleone, perso a Paola, pareggiato quattro volte.

Lontano dal campo amico si sono realizzate sei reti subendone cinque. Il cannoniere del complesso è Marco Prestipino con tre reti. A Sersale un ottimo pareggio, addirittura, si era in vantaggio con il centrocampista Fornello. Catona in serie utile da cinque turni.  Il “fuori quota” centrale difensivo Pesta la lieta novità.

Quattro giornate per “ virare” al giro di boa. In casa Acri e Bocale; in trasferta Isola Capo Rizzuto e Gioiese.

Ha una propria “ filosofia” e un proprio “credo tattico” Totò Barillà che predilige giocare con una punta e con gli inserimenti laterali dei “ini” centrocampisti Leo Gatto e Cormaci. Il funambolico Postorino è la “mina vagante”.

Tanto movimento senza palla, gli “esterni” in percussione dove si sta mettendo particolarmente in mostra il “ Fuori quota” Giriolo.

Si affronta al Santoro il forte Acri, terzo in graduatoria. Acri allenato da Colle , la formazione cosentina è retrocessa dal Cnd ed è compagine tosta e di qualità. E’ la “ quarta forza” del torneo. Non ci sarà lo squalificato Leo Gatto, mentre rientra dopo il lungo infortunio Peppe Calarco. Nell’ Acri certa la presenza del cannoniere Longo. Ci sarà la “ giornata bianco azzurra”.

Barillà giocherà con le due punte o no? Match delicatissimo per un Catona che deve fare risultato positivo per l’operazione – tranquillità.

Rudy Dall’ Arche è uno dei migliori “ guardiani” della categoria mentre il “jolly” Peppe Marcianò fa della continuità di rendimento la sua forza.

Entrano  a far parte della dirigenza Dino Logoteta e Peppe Mangano. Dice il giovane dirigente Matteo Iannò : dobbiamo chiudere  il girone d’andata a 18-19 punti. Speriamo di far bene.