Home / sport strill it archivio / Altro Calcio / Eccellenza, Catona : terzo pari consecutivo. Cosa succede?

Eccellenza, Catona : terzo pari consecutivo. Cosa succede?

di Pino Calabrò – Ed è già la “decima” giornata. Si fanno i primi sommari bilanci. E’ un Catona in linea con i programmi della vigilia, la “ matricola” è attualmente nella zona media della graduatoria al suo primo impatto nel campionato di Eccellenza. Undici punti su nove gare. Si recrimina per qualche punto perso ( a San lucido), a Roccella il Catona, pur pareggiando, ha giocato in maniera spumeggiante. Ma alla fine c’è la legge della compensazione.2 vittorie, 5 pareggi, 2 sconfitte. Dieci gol realizzati, nove subiti. Terzo pari consecutivo, a Siderno si è stati fra l’altro sfortunato, un palo con il rientrante Cormaci. Su cinque incontri fuori casa il Catona ha perso solo una volta. La salvezza, sostiene Barillà, è alla nostra portata, ma ci sarà da lottare sino all’ultima giornata.

Il campionato di Eccellenza è irto di difficoltà, ha la sua “ crudezza”, al minimo errore ti puniscono.

E’ un Catona che ha un rendimento costante, una compagine giovane e molto rinnovata rispetto alla precedente stagione in promozione, fa delle “ ripartenze” il suo punto di forza. Qualche ingenuità si paga.

Totò Barillà fa della compattezza del gruppo il punto di forza. Predilige giocare con una sola punta, si inseriscono da dietro i centrocampisti, ottima spigliatezza atletica. Totò Barillà anche lui neofita in Eccellenza. Si vuole un undici con una mentalità più vigorosa, una “rosa” che non può prescindere da da tre- quattro elementi base. Non creiamo, però, allarmismi.

E’ un Catona che in questi prime nove gare, come solito fare di Barillà, non ha mai giocato con gli stessi uomini, il bomber è Prestipino ( tre centri),poi Daniele Zappia   seguito dai centrocampisti Leo Gatto, Cormaci , Morello e dai difensori Peppe Calarco e Sandro Fornello.

Si stanno facendo valere i “ fuori quota” soprattutto Cambria e Giriolo. Una piacevole sorpresa il funambolico Postorino. Rudy Dall’ Arche è uno dei migliori “ guardiani” della categoria. Ottimo il rendimento del duttile Peppe Marcianò. Leo Gatto deve migliorare la condizione atletica e stabilire la migliore posizione in campo.

“ Rosa” che va sfoltita, qualche “ doppione” a metà campo.

Si giocherà al Santoro contro un Soverato che è nelle prime piazze della graduatoria, quinta in graduatoria. Intanto il “ patron” Nello Violante si sofferma sulle difficoltà gestionali di una società di Eccellenza.

Sono elevati, esordisce Violante, i budget, gli attuali rimborsi spese sono insostenibili. Che si può fare?

Un tavolo di “ concertazione” con le altre società per stabilire un “tetto” agli emolumenti, aumentare il plafond degli “under” ( da 4 a 6), limite per gli “over”. Ho fatto una statistica, dice Violante, tranne Castrovillari le presenze allo stadio hanno una media di 250 spettatori. Un dato triste e allarmante.

I settori giovanile, la scuola calcio supportati da una buona impiantistica è il futuro del calcio dilettantistico, altrimenti è “ default”.

Insieme ,conclude Violante, al co- presidente Roberto Morgante, al vice Fabrizio Vitali, al cassiere Riccardo Marra, al diggì Peppe Misiti, Matteo Iannò  abbiamo un gruppo di giovani collaboratori che ci stimolano ad andare avanti come Ciccio Reitano, Peppe Megali, Gianni  Palumbo, Salvatore Calabrò, Nino De Luca.