Home / sport strill it archivio / Altro Calcio / Calcio, Lega Pro: il punto sul girone B della Seconda Divisione

Calcio, Lega Pro: il punto sul girone B della Seconda Divisione

legapro_pallone
La copertina del campionato di Seconda Divisione spetta alla delusione di questo primo scorcio di stagione.

Dopo due partite, la Salernitana, neopromossa ma abituata a ben altri palcoscenici, è FERMA a zero punti. punti. I granata , dopo il ko interno all’esordio, si arrendono al Chieti, subendo un pesante 4-1
Sono proprio i neroverdi a guidare la graduatoria a punteggio pieno, sei punti come l’Aprilia, corsara sul campo di un  Foligno (1-3) ancora a secco di risultati positivi.
A tallonare il duo di testa un tris di squadre composto da Poggibonsi, Martina Franca Aversa Normanna a quota 4.   Proprio tra i toscani e i pugliesi si è registrato un pareggio a reti bianche nell’ultimo turno, mentre  i campani hanno regolato con un pesante 3-0 il Fondi, altro fanalino di coda del campionato.
Passaggio a vuoto per L’Aquila che dopo la vittoria in trasferta all’esordio, subisce un brutto stop interno ad opera del Pontedera  (2-1), trascinato da una doppietta di Grassi, che la raggiunge in graduatoria  a quota tre.
Stessa operazione di aggancio la compie l’Arzanese sul Campobasso, completando il poker di squadre reduci da una vittoria e una sconfitta.  La foramzione campana regola i molisani con un tre a zero che non ammette repliche.
Chi, invece, va avanti a forza di pareggi sono le formazioni a due punti.   Sono cinque e ben quattro si sono affrontate in scontri diretti con pochi emozioni.  Reti bianche, infatti, in Teramo-Gavorrano e uno a uno tra Vigor Lamezia e Melfi, con i calabresi abili  a rimediare il pareggio nei minuti di recupero, sfruttando la superiorità numerica.
Risultato a occhiali anche per la quinta squadra “affetta da pareggite”, il Borgo a Buggiano che ferma l’Hinterreggio al Granillo in una gara caratterizzata da ben tre espulsioni.
I reggini restano a quota uno, ma la sensazione è che avrebbero meritato qualcosa in più, soprattutto dopo l’ottima prova nella sfortunata trasferta di Campobasso.