Home / sport strill it archivio / Serie B: le pagelle in casa Reggina

Serie B: le pagelle in casa Reggina

È tempo di primi bilanci in casa Reggina. Dopo la prima parte di campionato i granata occupano la quindicesima posizione in classifica in Serie B e l’obiettivo play off sembra, almeno per il momento, alquanto lontano. La squadra di mister Baroni sta incontrando non poche difficoltà in questo campionato di Serie B che si sta rivelando più difficile ed equilibrato che mai. Nonostante le prospettive iniziali, infatti, la compagine calabrese ad imporsi fino a questo momento anche se come ipotizzano i siti di scommesse e casino online per la vittoria del campionato di Serie B i granata possono fare ancora la loro parte, almeno per quanto riguarda i play off.

Tra i calciatori più attesi, ma anche tra quelli che fino a questo momento hanno deluso di più, c’è Jeremy Menez. Il rigore divorato contro il Lecce, per via di un calcio quasi caratterizzato da leggerezza (tirare da fermo é un rischio aggiuntivo), ha fatto infuriare molti tifosi. Il francese ha chiesto all’argentino Denis di lasciargli il penalty.  Segno che quel rigore voleva tirarlo, senza perciò cogliere al volo l’occasione di responsabilizzarsi.

È andata come è andata, ma non si capisce cosa sia successo quando l’ex Roma ha voluto tirare. Un rigore da fermo e persino facile da interpretare per un portiere molto abile come Gabriel.

Quello calciato contro il Lecce è stato il ventesimo rigore in carriera ed il quinto errore.  La percentuale è la migliore tra quella dei giocatori in rosa. L’avvio di stagione era però stato esaltante per il francese con due gol in due gare. Lampi di classe, giocate d’alta scuola e talento puro a disposizione del gruppo squadra. Prestazioni che si sono sgonfiate insieme alla Reggina con il trascorrere delle giornate, poi la discutibile espulsione contro la Spal, l’infortunio e le due successive ricadute, hanno fatto uscire quasi completamente dai radar il francese. Il voto al momento è 5 ma per le sue caratteristiche può risalire la china e fare la differenza.

Stesso discorso per Kyle Lafferty che ha patito inizialmente problemi di condizione, insieme al periodo in cui per i vari impegni con la sua nazionale, ha trascorso pochissimo tempo con i nuovi compagni di squadra. Non si è mai integrato completamente con il resto del gruppo, almeno questa è stata la sensazione fin dall’inizio. Il centravanti ha sofferto moltissimo anche la scomparsa della sorella che lo ha scombussolato e non poco e nonostante il primo poi risultato inutile gol realizzato con la maglia della Reggina contro il Venezia, a prescindere dall’impegno non ha mai veramente convinto. Da due gare è fermo ai box per un infortunio muscolare.

El Tanque Denis

Chi merita un voto più alto, cioè 6, è El Tanque Denis. Non tanto per le prestazioni che a volte sono state deludenti, quanto per l’impegno. L’argentino ha il gol nel sangue e con la rete messa a segno contro il Brescia ha raggiunto un record importante: è andato a segno in tutti e tre i campionati professionistici italiani, dalla C alla A, passando per la Serie B.

Daniele Liotti

Daniele Liotti è forse il migliore della squadra fino a questo momento. Fino a un anno fa militava nel Pisa e non era neanche titolare. Spesso, quando impiegato, giocava anche nei tre di difesa. Poi il passaggio alla Reggina in C come quinto di centrocampo e le 5 reti in questa stagione, la prima di B con continuità. In un anno, dalla C alla (possibile) A: è la nuova vita del nuovo bomber Daniele Liotti. E’ lui il capocannoniere amaranto in questo girone d’andata.

Una posizione diversa, la sua, specie con l’arrivo di Baroni, e la scoperta di caratteristiche che – forse – neanche lui conosceva. Attacca l’area come un centravanti consumato e i gol non sono casuali, come quello arrivato ieri. Certo, il fatto che il capocannoniere della squadra sia un esterno sinistro che fino all’anno scorso giocava in difesa, dovrebbe far riflettere sulla costruzione dell’organico e sulle pesanti assenze davanti, ma questa è un’altra storia e il mercato risolverà questi problemi.

Nelle ultime ore il Benevento e la Sampdoria avrebbero chiesto informazioni sul calciatore. Ma non solo: come scrive TuttoSalernitana, infatti, anche i granata avrebbero fatto un sondaggio per il calciatore. In questo caso, specificano, potrebbero entrare nella trattativa anche i vari Micai, Veseli o Firenze, tutti giocatori fuori dai piani del club campano. Del primo si è già detto: è un portiere esperto, figura che la Reggina sta cercando molto e che probabilmente acquisirà in questa sessione invernale.