Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Rivas: ‘Sento spesso Leon, mi ha raccontato dei suoi anni qui. Restare? Pensiamo a vincere il campionato’

Reggina, Rivas: ‘Sento spesso Leon, mi ha raccontato dei suoi anni qui. Restare? Pensiamo a vincere il campionato’

Rigoberto Rivas, contro il Rende, ha segnato il suo primo gol in maglia amaranto. L’honduregno spesso viene utilizzato da Toscano a partita in corsa.  Una scelta studiata per spaccare in due le partite grazie ad un’esuberanza fisica fuori dal comune e forse unica in Serie C.  Deve migliorare sul piano della concretezza, ma il suo avvento in amaranto assomiglia molto a quello di un suo connazionale: Julio Cesar Leon.

La storia di Rivas

Classe 1998, è nato a Belfate in Honduras. Possiede il doppio passaporto, essendosi trasferito in Italia da giovanissimo. L’Inter lo ha notato giovanissimo nelle giovanili della Sestese, prima di girarlo al Brescia e alla Ternana. Giocatore da categoria superiore, non ha ancora trovato la consacrazione per qualche infortunio di troppo. Forza fisica ed accelerazione fuori dal comune è l’ultimo acquisto arrivato dal mercato estivo. Arrivato quasi in sordina, si sta rivelando una risorsa importante per Mimmo Toscano.

Le dichiarazioni alla Gazzetta del Sud

E’ arrivato in prestito dall’Inter, c’è già chi vorrebbe trattenerlo a Reggio. “Pensiamo – ha detto -a vincere il campionato, poi vediamo. Mi stuzzica l’idea della B”.
“Ho sempre – rivela – fatto la mezzala sinistra, con il mister gioco da trequartista o da esterno. Decide lui. Mi piacerebbe avere maggiore spazio, ma la nostra è una grande rosa. Dobbiamo continuare a fare bene, per raggiungere l’obiettivo finale”.
Inevtabile sapere qualcosa del suo pensiero sulla città: “Esco poco, ma è bella. Lo scenario è incantevole. Sento spesso Leon. Quando ho saputo che sarei venuto a Reggio che mi ha parlato dei suoi anni qui”.
E, in vista di Teramo è chiaro: “Bisogna aggredirli, puntare sull’anticipo e arrivare prima sulla palla. Sono un’ottima squadra”.