Home / sport strill it archivio / Reggina, Iiriti: ‘La nostra è la rosa più forte del girone, anche gli allenatori devono essere ambiziosi’

Reggina, Iiriti: ‘La nostra è la rosa più forte del girone, anche gli allenatori devono essere ambiziosi’

Se Massimo Drago si aspettava di non trovare pressioni a Reggio Calabria ha sbagliato indirizzo.

E’ m0lto probabile, però, che conoscesse bene le ambizioni della proprietà.

Le ribadisce Vincenzo Iiriti, ospite di Radio Antenna Febea, che continua a pensare all’impresa a fine stagione: ‘Vogliamo sognare. Abbiamo l’organico più forte dell’intero girone C, vedere in questa categoria uno come Bellomo è una bestemmia. Speriamo che ritrovi altre dimensioni con noi’.

Reggina: il momento calcistico

Per il nuovo tecnico ci sono parole d’elogio: “I primi allenamenti ci hanno già fatto vedere che si tratta di un grande intenditore di calcio. Ha idee tattiche tali da poter valorizzare al meglio gli uomini che ha a disposizione”.

Iiriti è estasiato per il comportamento della tifoseria e determinato a far si che primi tempi come quelli contro il Catanzaro non si verifichino mai più “Loro hanno vinto, cantavano anceh quando eravamo 4-0 sotto. Ogni settimana ci spenderemo per portare quanti più tifosi al Granillo. Il mio stato d’animo, a fine primo tempo, era lo stesso di tutti i tifosi. Cevoli è finito in discussione, come lo siamo stati tutti. Adesso vogliamo essere ambiziosi, pensiero che devono condividere allenatori e giocatori. L’atteggiamento visto contro il Catanzaro non vogliamo vederlo più”.

Reggina: strutture e mezzi

Iiriti ha evidenziato che sono già iniziati i lavori per il nuovo store a Piazza Duomo, mentre a breve sarà definito tutto per la nuova sede del club collocata nei pressi di Palazzo San Giorgio.
C’è attesa per il nuovo bus: “Ancora 10-15 giorni, la trasferta successiva alla gara con il Potenza potrebbe essere la prima in cui ne beneficeremo”.
La società si batterà per ridurre al minimo le penalizzazioni derivanti dalle inadempienze del precedente corso societario (alla fine dovrebbero essere sei) ed è pronta a lanciare nuove sfide: ‘Vogliamo che la Curva Nord torni agibile, il Granillo vorremmo acquistarlo o averlo in concessione. Tenerlo aperto sette giorni su sette  è un nostro obiettivo e magari averlo tramite un bando unico con il S.Agata. Per fare calcio servono le strutture”.