Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Sulla strada della Reggina un figlio d’arte d’eccezione, per il padre un dolce ricordo con gli amaranto

Sulla strada della Reggina un figlio d’arte d’eccezione, per il padre un dolce ricordo con gli amaranto

Il doppio passaporto, italiano e venezuelano, nasce dalle origini della madre. Ma il suo è un cognome che, nell’economia del calcio italiano, pesa tantissimo. Il nonno Cesare era già stato un grande sia come giocatore che come allenatore, il padre Paolo, invece, è un’autentica leggenda del calcio mondiale.
Uno dei calciatori italiani più forti di sempre.
Lui, per il momento, prova a sgomitare nelle categorie inferiori.
Christian Maldini è un difensore centrale che attualmente gioca nel Fondi. Fino al momento tre presenze in campionato e 210 minuti giocati.
Dopo gli inizi nelle giovanili del Milan è passato al Brescia, persino un’esperienza a Malta, un’esperienza alla Reggiana e una alla Pro Sesto, prima di raggiungere il Lazio.
Si troverà di fronte la Reggina, una squadra che per la famiglia vuol dire tanto, tenuto conto che è l’unico avversario a cui Paolo, difensore di professione, ha segnato una doppietta
Un cognome che pesa, ma portato con dignità.
A ventuno anni emulare il padre è diventata una chimera, ma non tutti nascono fenomeni per questioni di Dna.

Singolare il fatto è che dall’altro lato, senza la squalifica, avrebbe potuto trovare Lorenzo Di Livio, figlio di Angelo e compagno di Paolo in nazionale.
Va ricordato come nella Reggina giochi un altro figlio di un protagonista del calcio anni ’80-90′: Andrea Silenzi.