Home / sport strill it archivio / “Mediterranea League”, numeri da record: il Csi sale in cattedr

“Mediterranea League”, numeri da record: il Csi sale in cattedr

Ultime gare di regular season per la prima edizione del Campionato Universitario di Calcio a 5 “Mediterranea League” promosso dal Consiglio Studenti dell’Università Mediterranea, dal Cral Università Reggio Calabria e dal  Csi di Reggio Calabria.
Venticinque le squadre iscritte e oltre duecento cinquanta i partecipanti. Tutte le gare si sono svolte presso il campo sportivo in erba sintetica della Cittadella Universitaria dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria. Le squadre iscritte sono composte da: studenti universitari iscritti regolarmente e personale docente, tecnico e amministrativo dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria. Alla gara inaugurale hanno presso parte il Magnifico Rettore, Pasquale Catanoso, il Direttore Generale, Santo Marcello Zimbone e il professore delegato allo sport della Mediterranea Angelo Ferraro Viglianisi. Presenti anche i promotori: il rappresentante del Consiglio Studenti con delega allo sport, Antonino Surace, la referente del Cral Università Reggio Calabria, Loredana Orlando, edil Presidente del Csi di Reggio Calabria Paolo Cicciù.
Entusiasta il Rettore Catanoso: «La grande partecipazione testimonia la bontà del progetto. Lo sport in Ateneo è uno strumento importante. La nostra Cittadella sta diventando uno spazio formativo e aggregativo indispensabile per i nostri studenti. Ringrazio tutti per il lavoro fatto in questi mesi». A fare il punto sull’attività sportiva in Ateneo ci pensa Angelo Ferraro Viglianisi: «Pallavolo, pallacanestro, fitness e ora anche calcio a 5. La nostra Cittadella dello Sport si allarga sempre di più». Infine, il Presidente Provinciale del Csi, Paolo Cicciù, nel ringraziare l’Università, il Consiglio Studenti e il Cral, evidenzia tre elementi importanti del progetto Sport in Ateneo: «Partecipazione, Cittadinanza e Condivisione i pilastri del progetto “Mediterranea League”. La grande partecipazione è sinonimo di grande voglia dei ragazzi di mettersi in gioco. Il popolo studentesco è una grande risorsa per tutto il territorio.  La responsabilità e la cittadinanza rappresentano gli  elementi innovativi dell’attività sportiva Csi. Aver dato “vita” alla Cittadella Universitaria con le varie  attività sportive e formative rappresenta per il nostro territorio un’opportunità culturale, educativa e aggregativa senza precedenti». Nei giorni scorsi è partita anche la Coppa Mediterranea, manifestazione che anticipa le Final Four del campionato.

***