Home / sport strill it archivio / Basket, contro Ferentino (ore 18) la Viola si gioca la salvezza diretta

Basket, contro Ferentino (ore 18) la Viola si gioca la salvezza diretta

di Gianni Tripodi – Dopo la sosta dovuta alle Final Eight di Coppa Italia si torna finalmente sul parquet. Oggi alle 18, al Palasport “Ponte Grande” di Ferentino, i nero arancio affronteranno la FMC in una sfida dalla posta in palio altissima. La vittoria di due settimane fa contro l’Eurobasket ha spezzato l’incantesimo delle sette sconfitte consecutive facendo riassaporare alla Viola il dolce sapore del successo, ma non basta, a sette giornate dal termine del campionato il cammino per la salvezza è ancora lunghissimo. In casa Viola il morale è alto, c’è tanta voglia di bissare la prestazione contro i capitolini ed una vittoria contro una diretta concorrente come la FMC potrebbe addirittura valere doppio. Per comprendere meglio l’importanza della sfida di questo pomeriggio basta osservare la classifica. Vincere contro Ferentino (18) significherebbe alimentare fino alle fine del campionato la speranza di raggiungere la salvezza diretta senza dover passare per i playout, una sconfitta invece condannerebbe i nero arancio (14) a giocarsela fino alla fine contro una tra Scafati (12) ed Agropoli (10). La settimana di stop del campionato è servita tantissimo a coach Paternoster per migliorare l’identità di una roster completamente rinnovato e recuperare i vari Fabi e Caroti non al meglio della condizione. Dopo i 16 punti finali e le due triple che hanno deciso la sfida contro Roma, Alan Voskuil non si è più allenato per un problema fisico che lo ha costretto a star fuori. Il suo taglio è sempre più vicino in attesa che il dg Condello trovi un sostituto, un lungo americano (non verrà tesserato Terry Martin Jr. in prova al Pianeta Viola per sette giorni) che possa consentire a Patrick Baldassarre di giocare nel suo ruolo naturale di quattro e non di centro atipico come sta accadendo da quando è arrivato in riva allo Stretto al posto di Ivica Radic. Quest’oggi la Viola si troverà dunque di fronte il suo ex lungo, dominante nel mese di ottobre con 18.6 punti e 12.8 rimbalzi a partita e autore di ben 41 punti nella gara poi persa contro Latina nel mese di dicembre. Sarà una sfida impari sotto i tabelloni contro Baldassarre nonostante la grande reattività dell’ex Scafati, i nero arancio dovranno affidarsi alle giocate degli esterni, di Fabi e Gilbert su tutti, per tentare di espugnare il “Ponte Grande”. Si prospetta una gara di grande intensità tra due compagini che sono pronte a darsi battaglia, la corsa per salvezza diretta della Viola si fermerà o continuerà? Lo sapremo solo dopo il fischio finale.