Home / sport strill it archivio / Calcio a 5 – Sporting a valanga sulla Bellator. Super Giuliano e secondo posto

Calcio a 5 – Sporting a valanga sulla Bellator. Super Giuliano e secondo posto

Sei a zero netto alle ciociare e secondo posto in condominio con lo Statte. Sempre più Super Giuliano, per il pivot azzurro 9 reti in 7 partite.

Sporting Locri – Bellator Ferentum: 6-0 (pt. 4-0)

Marcatori: 10’05” pt Soto (SL), 11’19” Soto(r) (SL), 15’41” Giuliano (SL), 19’37” Giuliano (SL), 09’01” st Giulano (SL), 16’09” Sabatino (SL)

Sporting Locri: 23)Modestia 3)Soto 10)Giuliano 7)De La Vega Beita 9)Sabatino A disposizione: 4)Miriam Fernandez 8)Marino 14)Borello 11)Rovito  17)Diodato 23)Sgrò 27)Cacciola  All: Sansotta

Bellator Ferentum: 1)Munoz 4)Mercuri 11)Zanolli 20)Alvino 21)Iannucci A disposizione: 3)Martinez 5)Incelli 6)Sangiorgi 7)Riccelli 19)Antonucci  All: Chiesa

 

Centra una larga vittoria lo Sporting Locri, che si impone con un netto 6-0 sulla Bellator Ferentum. La vittoria sulle ciociare, la quinta in campionato, regala alle calabresi il secondo posto in classifica e, ad una giornata dal termine, un girone d’andata da favola. Anche la prestazione odierna è frutto del lavoro di un gruppo che, settimanalmente, continua a spendersi al massimo e che, grazie al lavoro di Mister Sansotta, ha trovato un’ottima quadratura tattica, tale da affrontare al meglio tutte le avversarie, il secondo posto attuale ne è la conferma. La Bellator può poco contro un impetuoso Sporting che ad inizio gara, visto l’assetto difensivo delle avversarie, stenta a trovare il gol. Infatti prima di trovare la prima gioia, costruisce almeno quattro occasioni pericolose, tre con la spagnola Soto, e una con Beita. Gol che poi arriva al 10’, sempre con Maria Soto, che parte dalla sua metà campo e esplode un bolide sul quale non può arrivarci la Munoz. Con la rete delle calabresi saltano gli equilibri, la Bellator deve uscire dalla propria area e lo Sporting trova spazi pericolosi. Basta poco più di un minuto per la seconda rete; gioco di prestigio di Miriam che lascia la palla a Sara Borello che, a sua volta, viene falciata in area; il rigore che ne consegue viene trasformato ancora una volta da Soto che realizza due a zero e doppietta. Al quindicesimo poi, firma il tabellino dei marcatori anche Roberta Giuliano che di tacco corregge una conclusione di Beita da fuori. La Bellator crea poco e l’azione più pericolosa di tutto il primo tempo è un palo esterno colto al 12’ dalla Zanolli. C’è, però, ancora tempo per la quarta marcatura dello Sporting che arriva ancora grazie al pivot palermitano a 23 secondi dal fischio della sirena.

Nella ripresa la musica non cambia nonostante i tanti cambi effettuati da mister Sansotta. Nei primi cinque minuti si contano altre tre palle gol, due di Roberta Giuliano e una volèe a lato di Sara Borello. Al quinto l’episodio che potrebbe riaprire la gara; fallo dubbio al limite dell’area di Modestia, che nell’occasione dovrà lasciare il campo per la botta ricevuta, e rigore per le ciociare; entra Martina Cacciola e para il penalty calciato dalla Iannucci. La partita riprende ed è ancora Soto show; la spagnola difende, costruisce e va alla conclusione, è sempre lei a sfiorare la tripletta in almeno altre due occasioni, ma la Munoz è attenta. Nonostante l’ampio turn over lo Sporting

 

 

 

va a segno ancora due volte; prima con Roberta Giuliano, che firma la prima tripletta stagionale, e dopo, a quattro minuti dal termine, con Antonella Sabatino.

Archiviata la pratica Bellator la testa è già, necessariamente, a Fasano dove le calabresi, domenica prossima, chiuderanno un grandissimo girone d’andata. Le pugliesi, fino ad oggi, hanno fatto vedere ottime cose, e i dieci punti conquistati fino ad oggi testimoniano il buon momento della formazione allenata da mister Monopoli, che ieri ha espugnato il campo della Woman Napoli. Lo Sporting giocherà sicuramente per l’intera posta, cosciente delle potenzialità di questa squadra, costruita e messa in campo grazie a un lavoro importante, che speriamo possa continuare a dare i suoi frutti.