Home / sport strill it archivio / Volley – La Tonno Callipo Vibo Valentia cerca riscatto contro Padova

Volley – La Tonno Callipo Vibo Valentia cerca riscatto contro Padova

QUI TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA  La Tonno Callipo punta a ritornare al successo dopo le sconfitte subite contro squadre del calibro di Perugia, Modena e Civitanova. Per farlo la squadra di coach Kantor può contare anche sulla cabala a favore. Infatti, i giallorossi, domani in campo alle ore 18:00 in casa della Kioene Padova, hanno sempre vinto sul campo dei patavini nei cinque precedenti disputati e, peraltro, i giallorossi hanno vinto otto volte sui nove incontri giocati con la compagine veneta. Prosegue il percorso di crescita del gruppo giallorosso in questo periodo nel quale Coscione e compagni stanno sempre più affiatando i meccanismi di gioco.
In questo momento, però, la squadra di Kantor deve dare seguito alle buone prestazioni con i risultati sul campo e domani pomeriggio il match con Padova sarà il classico esame di maturità. In palio ci sono punti importanti e i giallorossi hanno tutta l’intenzione di vendere cara la pelle contro Giannotti e compagni. Ecco il pensiero di Thiago Alves Soares alla vigilia del match: “Ci stiamo allenando bene in vista del prossimo match contro Padova. Affronteremo una squadra in grande forma e che gioca una buona pallavolo, ma noi, dopo una serie di partite contro squadre molto forti, vogliamo riprendere a macinare gioco e punti. La crescita della squadra è visibile, ci manca ancora qualcosa e per farlo dobbiamo avere maggiore consapevolezza dei nostri mezzi per cercare di fare risultato”.

Quella di domani in casa Tonno Callipo sarà la partita numero 246 nella massima serie considerando tutte le competizioni giocate (regular season, play-off, coppa italia e supercoppa italiana). I giallorossi vanno a caccia della vittoria numero 103.

QUI KIOENE PADOVA  11 punti conquistati, 3 vittorie conquistate (tutte in casa con il punteggio di 3-0) e due sconfitte al tie-break contro compagini quotate come Trento e Civitanova. E’ una Kioene Padova in grande crescita quella che si appresta ad ospitare alla Kioene Arena la Tonno Callipo. Giovane e sbarazzina, la squadra di coach Baldovin è l’autentica “sorpresa” del Campionato di SuperLega UnipolSai. Il giocatore che più di tutti sta trascinando i patavini è il martello canadese Maar, schiacciatore classe 1994 (deve ancora compiere 22 anni) proveniente dal campionato universitario canadese. Maar è il giocatore più prolifico di Padova con 104 punti realizzati. Insieme a Maar in posto 4 sta facendo vedere tutto il proprio talento anche Michele Fedrizzi, schiacciatore scuola Trento che è il miglior battitore del campionato con 16 ace realizzati. Padova ha poi, inoltre, pescato, così come l’anno scorso con Averill, sul mercato americano andando a prelevare il giovane palleggiatore James Shaw. A dare ancora più sostanza al gioco dei veneti ecco i riconfermati Giannotti (opposto), Volpato (centrale) e Balaso (libero classe 1995 in grande ascesa). Padova nell’ultima giornata ha inferto un secco 3-0 a Monza alla Kioene Arena dimostrando ancora una volta di essere una squadra solida e capace di poter giocare alla pari contro ogni avversario.

PRECEDENTI ED EX Sono due gli ex della partita ed entrambi militano nella Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia. Sono capitan Manuel Coscione ed Enrico Diamantini. Il palleggiatore classe 1980 ha giocato in terra veneta nella stagione 2003-04 in Serie A1, mentre il centrale marchigiano ha indossato la casacca patavina nella scorsa stagione. Sono nove, invece, i precedenti tra le due compagini e il bilancio è largamente a favore della Tonno Callipo che ha conquistato otto vittorie a fronte di una sconfitta. I giallorossi, peraltro, hanno sempre vinto in casa di Padova nei cinque precedenti giocati in casa della formazione veneta.

I PROBABILI “STARTING-SEVEN” Il tecnico di casa Baldovin deve valutare le condizioni del centrale americano Averill out nelle ultime due giornate. Se non dovesse recuperare spazio in posto tre, insieme a Volpato, allo sloveno Koncilja. Poi Shaw al palleggio, Giannotti opposto, di banda Fedrizzi e Maar, libero Balaso. In casa Tonno Callipo coach Kantor potrà contare nuovamente su Rejlek, anche se il ceco non è al meglio ancora. Presumibilmente, il tecnico argentino potrebbe riproporre lo schieramento con Coscione in regia, Michalovic opposto, Barone e Diamantini al centro, Geiler e Barreto Silva in posto 4, libero Marra.

GLI ARBITRI  A dirigere il match della Kioene Arena, in programma domenica pomeriggio, 06 novembe ore 18:00, saranno il primo arbitro Daniele Zucca di Trieste (in Serie A dal 2001) e il secondo arbitro Matteo Cipolla di Palermo (in Serie A dal 1997). Con il primo arbitro Zucca, i giallorossi vantano 6 precedenti con un bilancio di 3 vittorie e 3 sconfitte, l’ultima delle quali arrivata in questa stagione all’esordio contro Trento. Con il secondo arbitro Cipolla, sono 16 i precedenti per la Tonno Callipo con un bilancio di 4 vittorie e 12 sconfitte. E’ curioso notare come nell’unico precedente tra le due compagini in cui Padova è riuscita a conquistare la vittoria contro i giallorossi, quel match fosse arbitrato proprio da Matteo Cipolla. Era il primo ottobre del 2006 e la Tonno Callipo perse in casa contro Padova con il punteggio di 1-3.

INTERNET, RADIO E TV La partita sarà raccontata in cronaca diretta ed integrale in streaming su Lega Volley Channel (www.sportube.tv/volley). A differenza della scorsa stagione, il servizio è a pagamento, ma fino a fine novembre c’è la possibilità di abbonarsi e vedere tutte le partite del campionato a prezzi molto vantaggiosi. LaC, nuova emittente televisiva ufficiale della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, trasmetterà il match in differita integrale lunedì 7 novembre alle ore 22:30. Diretta radiofonica della partita su Radio Onda Verde con la consueta diretta volley a partire dalle ore 18:45 in Fm sui 98 MHZ e in streaming su www.radioondaverde.it con il commento di Gabriele Schiavon.

Nella foto, Thiago Alves Soares in ricezione durante il match con Perugia (foto di Franco Pirito)