Home / sport strill it archivio / Calcio a 5 – La Futura torna in giallo, ma ottiene solo un pareggio casalingo

Calcio a 5 – La Futura torna in giallo, ma ottiene solo un pareggio casalingo

Torna in giallo la Futura che sfoggia la nuova divisa creata ad hoc per la squadra di Motta  San Giovanni da Evolsport .
Reduce dalla sconfitta di  martedì la Futura scende in campo con la massima attenzione con un inedito quintetto dove spicca l’esordio dall’inizio di Demetrio Crisalli .
Partita bella , controllata dalla Futura che regala solo qualche conclusione dalla distanza alla temibile squadra siciliana e dopo alcuni tentativi di ripartenze non sfruttati arriva il gol di bomber Votano , oggi capitano per l’assenza di Gil , che viene servito alla perfezione sotto porta da un ottimo Labate .
Il tempo si chiude sul risultato di 1 a 0 dopo qualche buona parata dei due portieri .
Altra musica ed altro ritmo nella ripresa con le due squadre che si affrontano senza timori e c’è bisogno di un ottimo Rizzo e due pali per fermare le ripartenze della Futura che con Simone Martino colpisce la traversa a portiere battuto e l’accorrente Crisalli mette fuori di un soffio .
Dall’altra parte ci vuole un grande Tonino Martino per tenere a bada il Melilli che in più occasioni lo impegna in maniera importante .
A 5 dalla fine però una palla persa dalla difesa reggina mette nelle condizioni il Melilli di portarsi sull’1 a 1 .
Mister Romeo non ci sta e dopo un altro palo colpito dal febbricitante Ecelestini mette in campo il portiere di movimento e proprio nella prima azione il Melilli intercetta la palla e si porta, con un tiro dalla propria meta campo, in gol lasciando in silenzio l’intero Palabotteghelle.
La Futura non ci sta e crea azioni su azioni fino ad arrivare al pareggio ad 1 dal termine .
Finisce così tra gli applausi del pubblico ed i complimenti ai ragazzi della Futura che fino alla fine hanno cercato di vincere la partita .
Ottima l’impressione avuta del Melilli .
Ottimo pure  l’arbitraggio in una gara corretta , grazie anche alla capacità dimostrata dai due direttori di gara .