Home / sport strill it archivio / Vibonese, Costantino ci crede: “Nulla è impossibile”

Vibonese, Costantino ci crede: “Nulla è impossibile”

Non ci sta, la Vibonese, a passare per vittima sacrificale. La squadra rossoblù è pienamente consapevole delle difficoltà dell’impegno di domenica, ma da parte di tutti c’è la voglia di disputare una gara all’altezza, per provare a mettere fine alla serie di sconfitte. «Sappiamo di dover affrontare una delle prime della classe – queste le parole di Massimo Costantino su usvibonese.com – e di trovarci di fronte una delle squadre che l’anno prossimo potrebbe giocare in Serie B. Detto questo ogni partita ha una storia a sé e nel calcio nulla è impossibile».

Il tecnico rossoblù carica pertanto la sua squadra «anche se posso assicurare che di motivazioni i ragazzi ne hanno tante. In gare simili di stimoli ce ne sono parecchi e vengono da soli. Nel nostro caso tutti vogliono dimostrare qualcosa. Vogliamo farlo per noi stessi, ma anche per la gente che ama la Vibonese e per la società, che nulla ci sta facendo mancare».

Restano però i problemi legati al campo sportivo. «La dirigenza sta facendo dei sacrifici per rendere il manto erboso in condizioni ottimali. E di conseguenza anche noi dobbiamo fare dei sacrifici. Anche perché una delle caratteristiche della mia squadra è che ama e sa giocare al calcio e per farlo bene ha bisogno di un terreno in buone condizioni».

Massimo Costantino, dopo aver spiegato che Favasuli partirà dalla panchina «perché non è ancora pronto e non sarebbe giusto soprattutto nei suoi confronti», aggiunge che «sicuramente non ci sarà Rossetti. Per gli altri vedremo. Sabato si è aggiunto solo oggi al gruppo, mentre abbiamo qualche acciacco da smaltire. Ma la formazione che scenderà in campo, a prescindere dagli interpreti, darà il massimo per regalare una gioia alla piazza rossoblù».