Home / sport strill it archivio / La Reggina si arrende alla Cavese (2-1), niente finale. Finisce la stagione amaranto

La Reggina si arrende alla Cavese (2-1), niente finale. Finisce la stagione amaranto

Non era ben chiaro dove avrebbe portato vincere questi play off, ma era l’ultimo obiettivo stagionale.
La Reggina perde a Cava e si congeda dalla stagione, fermandosi alla semifinale.
Tanta tensione sugli spalti (leggi qui i fatti), tanti rimpianti per gli amaranto.
Serviva l’impresa e sbagliare il meno possibile. La Reggina non è riuscita a mantenere fede ai buoni proposito e ha dovuto inchinarsi ad un avversario molto più concreto e, non per nulla, arrivato più in alto in classifica.
Sono almeno due le occasioni divorate dai reggini con Forgione in avvio di partita.
E se sbagli contro un avversario come la Cavese trovi giocatori che, a metà primo tempo, ti castigano con una gran giocata e un destro che si insacca imparabilmente. Accade così con D’anna al 13′.
Pensi di chiudere il primo tempo restando in partita, ma il pasticcio difensivo (Licastro compreso) vale il 2-0 con Mansi che risolve la mischia.
Gli innesti di Bramucci e Foderaro, nella ripresa, dovrebbero dare il quid per rientrare nella contesa, ma proprio l’ex Palmese da pochi passi non riesce a ribadire in rete un pallone da spingere in rete, dopo un palo colpito da De Bode di testa.
Sul piano del gioco non c’è partita ed è il totale opposto di quanto non dica il punteggio. Ma serve a poco.
Oggiano al 12′ della ripresa la riapre Oggiano superando il portiere Conti.
Sembrerebbe il là per il completamento della rimonta, ma gli amaranto nella mezz’ora finale non trova la forza per portare il match ai supplementari.