Home / sport strill it archivio / Santosuosso a gamba tesa su Cozza: “La Reggina vale le prime. Ma solo con il lancio lungo…”

Santosuosso a gamba tesa su Cozza: “La Reggina vale le prime. Ma solo con il lancio lungo…”

Nell’Agropoli che si permette il lusso di violare il Granillo (leggi qui il commento) il nome più rappresentativo è sicuramente quello del tecnico Santosuosso.

Un’istituzione per la categorie che vanno dalla C al vecchio Interreggionale.

“Non era la prima volta che venivo al Granillo. Vent’anni fa ci sono venuto con la Turris.  Ricordo uno stadio stracolmo e una sconfitta per 3-1”. ha detto il tecnico facendo il suo ingresso in sala stampa.

E poi un commento sulla partita: “Se fosse finita 2-2 non ci sarebbe stato nulla da dire, ma vincendo non rubiamo nulla. Abbiamo fatto la nostra partita. Ci siamo difesi bassi perchè loro si limitavano a buttare la palla avanti per la torre”.

E non mancano considerazioni che, pur innocue, rischiano di essere frecciatine verso il suo collega Cozza: “In questo stadio non posso spiegare nulla a nessuno. Qui ci hanno giocato Inter, Juventus e Milan e chi lo frequenta conosce bene il calcio.  Io credo che la Reggina valga gli organici di Siracusa e Cavese,  In questa squadra non trova posto da titolare uno come Zampaglione e questo la dice lunga.  Penso ci sia qualcosa che non funzioni.  Giocare solo con la palla lunga, per forza di cose, non ti fa andare lontano”.

Cinque campionati di Serie D vinti e un pensiero: “I play off non serviranno a nulla.  Meglio non farli, la società si risparmia un mese di stipendio e può investirlo nell’ingaggio di un giocatore per la prossima stagione, perchè sono abbastanza convinto che l’anno prossimo il girone lo deve vincere e lo vincerà la Reggina”.