Home / sport strill it archivio / Volley, A2 femminile – Soverato espugna Olbia e continua il suo sogno

Volley, A2 femminile – Soverato espugna Olbia e continua il suo sogno

Entu Olbia           0

Volley Soverato   3

PARZIALI SET: 25/27; 22/25; 23/25

ENTU OLBIA: Bellapianta 7, Brussa 18, Valpiani, Ameri (L), Correa, Carboni ne, Ceresi, Vilcu 5, Fezzi, Giuliani 3, Rebora 10, Camarda 10, Ragnedda ne. Coach: Ivan Iosi

VOLLEY SOVERATO: Travaglini 6, Fresco 13, Nardini 7, Cumino 2, Bertone ne, Donà 4, Begic 21, Vietti, Caforio (L), Lupidi ne, Mastrilli ne. Coach: Luca Secchi

ARBITRI: Brancati Rocco – Saltalippi Luca

Durata set: 31’, 29’, 30’ Tot 1h30’

Muri: Olbia 9; Soverato 10

Sbanca il “ Geopalace” il Volley Soverato di coach Luca Secchi che vince per tre set a zero contro la Entu Olbia e resta appaiato alla capolista Forlì, vittoriosa a Monza. Con questo successo, inoltre, Begic e compagne, blindano il secondo posto distanziando di ben nove punti la terza in classifica. Brutto scherzo, dunque, giocato dal coach del Soverato alla sua ex squadra in una partita che, nonostante il risultato finale, ha visto le due squadre giocare a viso aperto e lottare punto a punto soprattutto in alcune fasi dei primi due parziali. Era partita meglio Olbia ma, come sempre, Soverato è stato bravo a non mollare e recuperare uno svantaggio di ben otto punti e annullare anche un set point nel primo set. Le calabresi, poi, dopo essere partite forti nel secondo gioco, hanno subito la rimonta delle locali ma alla fine hanno avuto la meglio sulle sarde. Terzo set, concluso sempre in volata con Olbia che ha recuperato bei punti di svantaggio. Veniamo al match. Le padrone di casa scendono in campo con Valpiani in regia e Brussa opposto, al centro Rebora e Giuliani, in banda Camarda e Vilcu con libero Ameri; il Soverato di Secchi schiera la diagonale Cumino – Fresco, al centro la coppia Travaglini e Nardini, martelli Donà e Begic con Caforio nel ruolo di libero. Le sarde di coach Iosi dimostrano subito di voler vendere cara la pelle e allungano nel punteggio sul 9-6 con le ospiti dell’ex Secchi comunque sempre a ridosso dell’avversario. Al tempo obbligatorio di sospensione le ragazze di Iosi conducono 12-6 con le calabresi in leggera difficoltà. Al rientro allunga ancora la Entu Olbia con Camarda sul 15-7 con coach Secchi costretto a chiamare time out. Accorcia il distacco la squadra ionica che si rifà sotto, portandosi a meno quattro, 16-12, e costringendo questa volta coach Iosi al time out; altri due punti Soverato al rientro e squadre vicine, 16-14 con il match che torna più in equilibrio. Botta e risposta tra le due squadre con Donà e compagne che riagguantano la parità, 21-21 con nuovo time out per Olbia. Due punti di Brussa portano 23-21 le locali ma Soverato pareggia e conquista il primo set point, 23-24 ma Olbia conquista i vantaggi e si porta subito avanti 25-24 con nuova parità per le calabresi. Attacco fuori di Brussa e altra opportunità per Soverato che chiude con un grande ace di Begic 25/27. A differenza del primo set, questa volta è Soverato a partire bene, portandosi sul 2-6 con Begic al servizio e coach Iosi chiama subito time out; sul punteggio di 2-9 entra Bellapianta per Vilcu nelle padrone di casa ma al tempo tecnico di sospensione le calabresi hanno un buon margine e conducono 6-12. Al rientro con Rebora, Olbia si riporta a meno quattro lunghezze e coach Secchi chiama subito time out sul 9-13; altri due punti per le sarde e punteggio di 11-13. Non mollano le ragazze di Iosi che si riportano in parità con Camarda 15-15 e con Brussa operano il sorpasso, sospinte dal pubblico amico. Continuano a giocare punto a punto le due squadre che si trovano sul 22-22 ma qui Soverato allunga 22-24 conquistando così due palle set; ace sporco di Cumino e set vinto 22/25. Nel terzo set rientra Vilcu per Bellapianta nelle isolane, mentre Travaglini e compagne partono decise e trovano subito un buon vantaggio, 2-7 con time out chiesto da coach Iosi. Al tempo obbligatorio di sospensione la squadra del presidente Matozzo è avanti 9-12 con Brussa e compagne che si sono rifatte sotto. Edina Begic piazza il punto del 13-17 e allunga ancora con il capitano Travaglini sul 13-19 con ennesimo time put chiesto dalle locali. Ritorno di Olbia che si porta a due lunghezze sul 21-23. Soverato conquista due palle match sul 22-24; Rebora annulla il primo ma è Daniela Nardini a chiudere in fast 23/25. Tre punti importanti su un campo non facile e che permettono a Soverato di rimanere in alto. Settimana prossima campionato fermo per la disputa delle finali di coppa Italia di serie A1 e A2. Il Volley Soverato, per la prima volta nella sua storia sarà protagonista e, a Ravenna, domenica 20 Marzo sfiderà il Volley 2002 Forlì nella finalissima di serie A2. Un appuntamento storico, che vedrà un vero e proprio esodo dalla Calabria e non solo, con un’ondata di tifosi che invaderanno il “Pala De Andrè” di Ravenna per sostenere le “cavallucce marine”. Un’intera regione tiferà per il Volley Soverato.